Chocolate crinkles: biscotti crepati al cioccolato

by Elena Levati

Si chiamano chocolate crinkles, ma io li ho sempre soprannominati piccoli bottoni di cioccolato in ragione della loro dimensione che, senza fatica, mi ricorda un bottone appunto. In particolare il bottone di un giaccone blu scuro che mia mamma mi metteva quando ero bambina…sì, proprio quello!

Certo però, chiamarli col loro vero nome, ha un fascino del tutto particolare! Una volta che li si ha assaggiati, dire chocolate crinkles ti fa pensare a quelle crepe sulla superficie (da cui appunto prendono il nome) che raccolgono tutto il meglio della lavorazione dei biscotti prima nello zucchero semolato e poi nello zucchero a velo.

E quando queste crepe incontrano il palato, si sente un lievissimo “crack” che ricorderete come uno dei rumori più deliziosi in fatto di gusto: quel “crack” che ti dice che la crosticina del biscotti si sta pian piano sciogliendo per lasciare il posto ad un cuore morbido e indescrivibilmente sublime.

E allora eccoli a voi.

CHOCOLATE CRINKLES


Ingredienti:

  • 225 gr farina 00,
  • 2 uova grandi,
  • 225 gr cioccolato fondente di ottima qualità,
  • 60 gr burro,
  • 100 gr zucchero,
  • 1 pizzico di sale,
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato per dolci,
  • vanillina,
  • zucchero semolato
  • zucchero a velo.

Preparazione:

  1. Sciogliete in un bagnomaria caldo il cioccolato insieme al burro. In un recipiente miscelate farina, lievito, vanillina e sale.
  2. A parte lavorate bene con le fruste elettriche lo zucchero e le uova fino ad ottenere una spuma chiara.  Aggiungete alla spuma il cioccolato ormai sciolto e mescolate bene.
  3. Aggiungete anche la farina cercando di essere rapidi.
  4. Coprite il composto con pellicola e mettetelo a riposare in frigorifero per tutta la notte (o almeno per 4 ore).
  5. Riprendete l’impasto, lasciate che riprenda malleabilità tenendolo a temperatura ambiente per un poco, poi formate delle palline grosse come una noce e passatele prima nello zucchero semolato e poi nello zucchero a velo.
  6. Disponetele distanziate sulla placca da forno rivestita di carta oleata e fate cuocere in forno già caldo a 170° per 8 / 9 minuti.

Consiglio:

Attenzione a non superare i tempi di cottura anche se a prima vista i biscotti sembrano ancora crudi: raffreddando si induriscono in superficie lasciando il cuore estremamente morbido. Ma siccome ogni forno è diverso, fate un paio di prove per ricercare la vostra cottura perfetta!

CHOCOLATE CRINKLES


They are called chocolate crinkles, but I’ve always called them “small buttons of chocolate” because of their size, which reminds me the buttons of a dark blue jacket that my mom put on me when I was a little girl …

However, if we call them by their real name, they gain a special charm! Once you have tasted them, saying “chocolate crinkles” drive your mind to those cracks on their surface, from which they take their name. Those cracks collect all the best of the making of: firstly in powdered sugar and then in icing sugar.

And when these cracks meet your mouth, you will hear a slight “crack” that you will remember as one of the most delicious noise in terms of taste: it tells you that the crust of the biscuit is slowly melting to give way to a soft and indescribable sublime heart.

So here they are:

Ingredients:

225 gr 00 flour, 2 big eggs, 225 gr dark chocolate of excellent quality, 60 gr butter, 100 gr sugar, 1 pinch of salt, 1 teaspoon of baking powder, vanilla,  icing sugar and powdered sugar.

Preparation:

Melt chocolate with butter in a hot water bath. In a bowl mix flour, baking powder, vanilla and salt.

Whisk sugar and eggs with electric whips obtaining a white foam. Add the chocolate and mix well. Add also the flour (quickly).

Cover the mixture with plastic wrap and put it in the refrigerator overnight (or at least 4 hours).

Take the dough, let returns malleable holding it at room temperature, then forme lots of balls as big as a walnut and pass them first in powdered sugar and then in icing sugar.

Place the biscuits on the baking tray lined with greaseproof paper and bake in a preheated oven at 170° for 8 / 9 minutes.

I suggest:

Be careful not to exceed the cooking time: even if at first sight the biscuits could look uncooked, consider that the cooling will harden the surface leaving the heart extremely soft. Every oven is different: take a couple of tests to search for your perfect baking!

5 comments

accantoalcamino 10 Dicembre 2011 - 13:20

Ciao Elena, davvero speciali, mi hai incuriosita ed ingolosita, li regalero´ a qualcuno di speciale

Reply
alessia1995 10 Dicembre 2011 - 21:10

Buonissimi! Adoro questo dolce al cioccolato! 😀 Bella ricetta!

Reply
Rossella Roke 18 Dicembre 2011 - 21:06

Ciao Elena, seguo spesso le tue ricette e le trovo ottime, soprattutto questo genere col cioccolato fondente in abbondanza 😛
Comunque ho provato a fare questa e devo segnalarti che il composto, dopo essere stato a riposo in frigo, diventa un blocco durissimo che va fatto sciogliere un po’ in forno preriscaldato e poi spento per poter essere lavorato… io ho potuto procedere solo facendo così! Forse hai dimenticato di specificarlo?

Reply
conunpocodizucchero 20 Dicembre 2011 - 16:15

ciao rossella! in effetti mi giunge nuova questa tua esperienza… io li ho sempre fatti così: bastava tenere l’impasto fuori dal frigo per una mezz’oretta (che in effetti non ho specificato) e il resto veniva da sè… cmq li devo rifare in qst giorni quindi ti dirò se c’è qualche modifica da fare. Ma alla fine come ti sono venuti nonostante tutto?

Reply
Rossella Roke 25 Dicembre 2011 - 12:36

Ecco, sì, anche tenerlo fuori dal frigo può funzionare (io ho fatto in forno perchè avevo fretta, o meglio, non avevo calcolato quel tempo in più), semplicemente va specificato perchè così uno si organizza meglio e non come ho fatto io… by the way, alla fine sono venuti buonissimi e son spariti in poco tempo 😛
Tanti auguri e keep on the good work!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: