Torta al cioccolato e okara di mandorle (senza burro, senza olio, senza lievito)

by Elena Levati

Vi ricordate il mio latte di mandorle fatto in casa? Vi ricordate che, nelle note a fine ricetta, vi avevo detto che da questa ricetta ne sarebbero nate delle altre per riutilizzare quello che potrebbe essere lo scarto derivato dalla preparazione del latte?

Eccomi allora, come promesso, a riaprire il tema del riciclo in cucina! Dopo il passaggio dell’infusione e dopo la spremitura, vi rimarrà nella garza una polpa di mandorle che prende il nome di okara (passaggio N° 11 della ricetta con foto step by step: QUI).

Essendo mandorle a tutti gli effetti (sebbene private della loro sostanza che però ci è servita per ottenere un delizioso latte di mandorle) sarebbe un sacrilegio buttarle!

L’okara di mandorle, infatti, può diventare una base perfetta per una coppetta golosa e sana da dare ai bambini per merenda (come vi avevo fatto vedere nella ricetta della crema di mandorle e prugne dedicata a Ludovica), oppure ancora per una golosa e deliziosa torta.

Oggi ve ne propongo una buonissima e leggera, senza olio, senza burro e anche senza lievito che sfrutta l’accoppiata vincente mandorle e cioccolato fondente : aggiungeremo solo uova, 1 cucchiaio di farina, poco zucchero e del buon miele.

All’assaggio, la consistenza dell’interno a me ha ricordato la torta caprese (e probabilmente non è un caso visto che entrambe non hanno farina -o solo 1 cucchiaio come nella torta di oggi- ) mi direte se anche a voi farà lo stesso effetto! In ogni caso io ho trovato irresistibile il contrasto tra la crosticina croccante esterna e la scioglievolezza interna… vi ho convinto a provarla??

NOTA: Ovviamente, per chi volesse concedersi questo dolce senza necessariamente passare anche per la produzione del latte di mandorle, è possibile prepararla usando mandorle tostate e tritate finissime in farina: ne otterrete solamente una torta più ricca di nutrienti sani e buoni per il nostro organismo!

TORTA AL CIOCCOLATO E OKARA DI MANDORLE


Una ricetta leggera e deliziosa, senza burro e senza olio, per riciclare l’okara di mandorle, ovvero lo “scarto” derivato dalla lavorazione della mandorle per la preparazione del latte di mandorle.

Livello: facile Tempo:  1 torta di 24 cm

Ingredienti:
  • 230 gr cioccolato fondente,
  • 4 uova medie,
  • 40 gr zucchero di canna,
  • 50 gr miele (per me Miel Bio Arancio Rigoni di Asiago),
  • 140 gr okara di mandorle (link diretto alla preparazione nella introduzione della ricetta)
  • 1 cucchiaio di farina,
  • mandorle a lamelle

Procedimento:

  1. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria.
  2. Dividete i tuorli dagli albumi: unite i primi allo zucchero e montateli con lo sbattitore elettrico per circa 15 minuti fino a che otterrete un composto chiaro e gonfio.
  3. Abbassate la velocità delle fruste e aggiungete a filo prima il miele e poi il cioccolato fuso.
  4. Unite anche, poco a poco, l’okara di mandorle e la farina.
  5. Accendete il forno a 160°C.
  6. Montate a neve ben ferma gli albumi e aggiungeteli all’impasto usando una spatola, con movimenti delicati dal basso verso l’alto.
  7. Imburrate e rivestite di carta forno uno stampo a cerniera di 24 cm, versateci l’impasto, aggiungete qualche mandorla a lamelle e infornate per 35-40 minuti.
  8. Sfornate la torta, fatela raffreddare, rimuovetela con delicatezza dallo stampo e servite.
Note:
  • La ricetta di questa torta è nata per riciclare l’okara di mandorle, ma ovviamente la si può preparare anche con le mandorle. Basterà sostituire l’okara con pari peso di mandorle (pelate o non pelate), tostate e tritate finissime in farina.

24 comments

tizi 9 Maggio 2017 - 15:43

quanto mi piace questa torta! io non ho mai fatto il latte di mandorla in casa, avevo letto qui da te dell’okara, ma al di là di quello la ricetta è ottima anche con le mandorle tritate! non avendo olio nè burro la adoro già e me la tengo segnata tra le ricette da provare per la colazione! grazie cara… un bacione e buona giornata!

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:12

bene Tizia sono felicissima qnd riesco a stuzzicare il tuo appetito da colazione! 🙂
un bacio a te tesoro!

Reply
ipasticciditerry 9 Maggio 2017 - 16:34

Certo che mi hai convinta! Adoro il sapore delle mandorle, se poi me le mischi al cioccolato … ecchetelodicoafareeeee!! ♥

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:11

🙂 smackkkkkkk

Reply
zia consu 9 Maggio 2017 - 21:14

Stamani al mercato ho proprio acquistato le mandorle (quelle buone) x farne un buon latte. Adesso so anche come utilizzare l’okara ^_^ cosa chiedere di meglio??

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:09

si vede che una parte del mio cuoricino è cosapevolemente o meno legata a te! 😀 bacini

Reply
giovanna 9 Maggio 2017 - 21:24

Semplicemente deliziosa!!

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:08

grazie mille Giovanna! 🙂

Reply
Mila 10 Maggio 2017 - 12:07

Quindi bisogna farsi il latte di mandorle in casa x avere questa delizia!!!
Buonissima

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:05

non per forza dai! il bello è sapere che la puoi fare anche con le mandorle normali e ne avrai solo un nutrimento maggiore! 🙂

Reply
Laura De Vincentis 10 Maggio 2017 - 12:37

Una torta particolarissima e l’okara di mandorle mi intriga proprio tanto! Un bacione

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:03

grazie Laura!! buon week end!

Reply
Milena 10 Maggio 2017 - 16:10

Ricordo come no! Uno splendido “riciclo di scarto”. E che scarto 😉

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:03

🙂
un bacio Mile!

Reply
speedy70 10 Maggio 2017 - 16:33

I tuoi dolci sono sempre fantastici… grazie e complimenti!!!!

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:02

e tu sei sempre gentilissima!!! Grazie Simo!

Reply
edvige 10 Maggio 2017 - 17:46

Molto molto interessante preso nota. Buona giornata.

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 05:02

grazie!!!! smack!

Reply
Silvia Brisi 10 Maggio 2017 - 21:37

Delizia!! Elena eccome se mi hai convinta, tra l’ altro ho tante mandorle in casa e potrei fare tuttoooooo!!!
Un bacione!

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 04:59

uh allora nn perdere l’occasione Silvia bella!! <3

Reply
Fabio 11 Maggio 2017 - 12:07

Vero! Ricorda la caprese come consistenza e pure aspetto! Quindi, approvata! 😀

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 04:59

grazie! detto da te qst ok vale triplo!!!!

Reply
saltandoinpadella 11 Maggio 2017 - 14:52

Appena vista la foto ho pensato che fosse una tenerina, anche lei fa la crosticina e poi ha l’interno scioglievole. Certo che deve essere proprio golosa e anche senza troppo sensi di colpa. La tenerina ad esempio ha una montagna di burro, questa invece nulla!! Da provare

Reply
Elena Levati 13 Maggio 2017 - 04:58

eh infatti sono stata felicissima del risultato perchè sono diventata ancora più golosa da quando c’è ludovica e mentre prima sapevo darmi una regola, ora faccio molta più fatica e quindi benvengano i dolci più leggeri visto che durano poche ore! 😀

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: