torta pere e cioccolato all’acqua con pere ripiene

by Elena Levati

Non è facile essere una brava mamma, una buona moglie, una figlia amorevole, una sorella su cui poter sempre contare, una nipote presente, una nuora desiderabile, una cognata che coltiva con successo questa parentela acquisita, un’ amica attenta e leale e una food blogger sulla cresta dell’onda”

Lo dicevo qui, in questo post, esattamente 3 anni fa, quando a seguito della nascita di Ludovica iniziavo a sentire la vita in modo diverso, a misurare il tempo secondo altri parametri, a vivere il rumore e il silenzio rispondendo a dei canoni di impossibilità con dati invece incredibilmente possibili.

Mi accingevo lì ad affrontare tutti questi discorsi, a relazionarmi con l’immensità dell’universo dell’essere madre e, ora che mamma lo sono diventata una seconda volta, mi ritrovo ancora a leggermi all’interno del gioco delle domande e a vedere punti interrogativi allo specchio.

E allora ritorno là, in quelle parole che avevo scritto, alla ricerca della risposta che mi ero data e con sorpresa (o forse paradossalmente senza sorpresa, in verità) leggo ciò che ho anche ora nel cuore e che avevo tradotto così:

“Ed ecco che davanti a tanta meraviglia, che è la pura essenza dell’amore, tutto va in secondo piano, tutto sembra quasi sciocco e più piccolo, i problemi si ridimensionano e quando ti accorgi che basta un suo sorriso sdentato a darti una carica energetica pari ad un quintale di cioccolato, è allora che sei arrivato al compimento della maturazione e tutto si riequilibra.”

Ed è pace. E’ pace anche ora: anche ora che, dopo il trasferimento all’estero, la mia vita è radicalmente cambiata rispetto a 3 anni fa, anche ora che di tempi su cui misurare il mio ne ho due al posto di uno, anche ora che le necessità e i bisogni a cui rispondere si sono moltiplicati e io invece sono sempre la stessa, anche ora che quel sorriso sdentato è diventato una bambina meravigliosamente speciale che cammina con le sue gambe per lasciar spazio, sulle mie, ad un altro muso senza denti che ora, proprio ora mentre vi scrivo, è qui a riscaldarle.

E’ questione di equilibrio, lo penso ancora e compito mio è ora cercare di trovarlo ogni giorno, plasmandolo e mantenendolo fino alla successiva scossa che lo modificherà di nuovo un poco per trovarne un altro. Un equilibrio dove devo imparare a prendermi un po’ più cura anche di me, perchè come sempre ho creduto, il benessere delle radici rende l’albero e i suoi rami sani e forti.

E allora in questo processo mi piacerebbe rendere un po’ meno distanti i termini brava mamma e brava food blogger, ad esempio recuperando piano piano una regolarità nelle pubblicazioni sul blog e curando anche un pochino di più quei miei profili social che, poverini, sono sempre i primi a rendersi conto di quando è in atto una fase di cambiamento forte in casa ConUnPocoDiZucchero! L’altro giorno leggevo un articolo proprio a questo proposito, proprio sul prendersi cura dei social e in particolare della propria pagina facebook attraverso 5 consigli e…

E allora mi dico che potrei iniziare proprio da qui a creare quell’equilibrio, seguire qualche buona semplice norma per dire a me stessa prima di tutto che sicuramente è vero che ogni cosa ha un proprio tempo e che questo per me è più il tempo dell’essere la mamma che vorrei più che una brava food blogger, ma che un piccolo passo per prendersi cura anche di questo aspetto non esclude il primo e anzi, forse, addirittura lo aiuta perchè è un nutrire le radici del benessere.

Ed è così che oggi, dopo questa lunga riflessione, arrivo alla ricetta che, non a caso, ho preparato insieme alle mie bambine: l’una seduta sulla sua sdraietta a studiare tutti i movimenti, l’altra sul suo sgabellino a pesare, mescolare, riempire ed infornare!

Una torta da credenza semplice ma golosa, senza burro e senza uova, ma in grado di appagare la voglia di una coccola dolce in una serata autunnale. Una torta pere e cioccolato all’acqua, dove su una base leggera al cacao, spuntano tante pere decana prima sciroppate e poi riempite con torrone, amaretti e cioccolato…. ad annunciare l’inverno.

TORTA PERE E CIOCCOLATO ALL’ACQUA CON PERE RIPIENE


Una torta da credenza facile da preparare, a prova di bambino, senza burro e senza uova, ma golosa e in grado di conquistare tutti in una sera di autunno! Le pere ripiene di amaretti, torrone e cioccolato profumano già di inverno, annunciandone l’arrivo.


Livello: facile Tempo: 30 minuti + 45 minuti cottura Dosi: 6 persone (una teglia da 24 cm)

Ingredienti:

  • Per la torta: 300 g farina, 200 g zucchero di canna integrale, 40 g miele (per me Miel Bio di fiori Rigoni di Asiago), 30 g cacao amaro, 10 g lievito per dolci, 1 pizzico di sale, vaniglia (in polvere, in pasta o i semini di un baccello), 1 cucchiaio di caffè liofilizzato (facoltativo), 120 ml olio di semi leggero e delicato, 360 ml acqua.
  • Per le pere ripiene sciroppate: 5 pere decana, 100 g torrone alle mandorle morbido, 10 amaretti secchi, 60 g cioccolato fondente, 3 cucchiai di liquore, 1 lt acqua, 400 g zucchero bianco.

Procedimento:

  1. Preparate prima di tutto le pere sciroppate: versate l’acqua e lo zucchero in una casseruola e portate a bollore. Fate bollire per 10 minuti in modo da avere uno sciroppo.
  2. Nel frattempo sbucciate le pere mantenendo il picciolo e scavatele un poco all’interno dalla base utilizzando un detorsolatore o uno scavino.
  3. Mettete le pere nello sciroppo e fatele cuocere per 6-8 minuti: devono rimanere sode. Scolatele e mettetele a raffreddare su un vassoio. Conservate lo sciroppo: vi verrà utile per preparare un bel pentolone di frutta cotta ad esempio! 😉
  4. Mentre le pere raffreddano preparate il loro ripieno: sminuzzate il cioccolato, sbriciolate gli amaretti e tritate il torrone lasciando qualche pezzetto più grossolano. Versate tutto in una ciotola, unite il liquore e amalgamate con le mani.
  5. Imburrate una teglia a cerniera di 24 cm e rivestitela di carta forno in modo aderisca alla perfezione.
  6. Riempite le pere con il ripieno preparato e mettetele in piedi nella tortiera.
  7. Accendete ora il forno a 180 °C e preparate l’impasto della torta.
  8. Versate la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito, il sale, il caffè (se lo utilizzate) e la vaniglia in una ciotola. Mescolate e fate un buco al centro.
  9. Versate nel buco l’olio e l’acqua e mescolate con una frusta per amalgamare e ottenere un impasto senza grumi.
  10. Versate l’impasto nella tortiera coprendo in parte le pere e infornate per 40-45 minuti (fate la prova stecchino).
  11. Sfornate e fate raffreddare completamente la torta, quindi toglietela dallo stampo e gustate!

Note: 

  • Potete spolverare con zucchero a velo e servire la torta con della panna semi montata o con una pallina di gelato!!
  • Conservate la torta per 3 giorni ben chiusa con stagnola.

-Ricetta in collaborazione con Rigoni di Asiago-

Ti potrebbero piacere anche

18 comments

tizi 20 Novembre 2019 - 09:00

a me piace pensare che ormai non sei più una sola food blogger, ma siete una piccola squadra. che sia con l’aiuto già materiale della ludi o con il contributo più indiretto dei sorrisi della piccolina, alla fine siete tutte e tre a creare la bella atomosfera che si respira qui. passo sempre volentieri a salutarvi e sbirciare le vostre ricette… e oggi gradirei particolarmente una bella fetta di questa torta, sembra deliziosa 😉

Reply
Elena Levati 21 Novembre 2019 - 03:49

sei un tesoro Tizi!!! Ti ringrazio tanto, ma tanto davvero!!!!

Reply
ipasticciditerry 20 Novembre 2019 - 09:18

Che delizia questa torta, cara Elena. Eh si, verissimo: se non stiamo bene con noi stesse, non possiamo donare agli altri. E’ vero anche che il “mestiere” di mamma non ti lascia troppo tempo per te stessa ma dobbiamo imparare che fa niente se c’è un pò di polvere su quel mobile, lo conserverà più a lungo. Invece, oltre al blog, il mio consiglio è anche di trovare una mezz’ora per stenderti nella vasca da bagno, con acqua calda e tanti aromi a profumare l’acqua. Magari qualche candelina che fa tanto ambiente. Il papà potrà occuparsi lui delle sue bimbe e magari preparare la cena, per una sera. Chissà poi magari che, messo a letto le bimbe, tu possa trovare coccole tra le sue braccia. Un abbraccio grande grande.. Ti voglio bene

Reply
Elena Levati 21 Novembre 2019 - 03:50

come si fa a non volerti un bene gigante!??!?!?!? grazie di cuore per queste tue parole zia terry, davvero!! le faccio leggera ad Ale… chissà mai….

Reply
ipasticciditerry 21 Novembre 2019 - 14:43

❤️❤️❤️

Reply
RicetteVegolose 20 Novembre 2019 - 09:46

Amica cara, posso ben immaginare le tue difficoltà, ne ho io ora a destreggiarmi tra i mille impegni e affetti e ancora non ho figli… però se c’è una cosa di cui sono certa è che non dobbiamo mai smettere di prenderci cura anche di noi, è una cosa fondamentale e per quanto non sempre facile, non dobbiamo mai dimenticarcene. Ora con le tue piccole aiutanti questo spazio è ancora più ricco di cose buone e di dolci racconti e lo sarà sempre di più, ne sono sicura <3

Reply
Elena Levati 21 Novembre 2019 - 03:50

grazie amica cara, grazie!!!

Reply
Antro Alchimista 21 Novembre 2019 - 22:59

Che bella riflessione, hai lasciato parlare la tua anima, parole che toccano e che fanno a loro volta riflettere chi le legge ed hai proprio ragione quando concludi dicendo che per avere rami forti occorre pensare a “nutrire” e prendersi cura delle radici. Un dolce non goloso, di più! Un vero comfort food e quelle pere ripiene sono un valore aggiunto. Un bacio

Reply
Elena Levati 28 Novembre 2019 - 02:53

grazie Laura! Grazie mille!

Reply
Elena Gnani 25 Novembre 2019 - 11:40

Già le pere in se devono essere da sballo, se poi le immergi in una torta cioccolatosa mi mandi in brodo di giuggiole!!! Credo che il prenderci un po’ cura di noi stessi sia anche un po’ la base del prenderci cura degli altri. Non siamo dei robot e dobbiamo essere noi i primi a sentirci bene per poter far star bene anche le persone che amiamo

Reply
Elena Levati 28 Novembre 2019 - 02:54

Grazie Elena cara!
ps: ti piacerebbe tanto questa torta! <3

Reply
il solletico nel cuore 26 Novembre 2019 - 08:36

Condivido ogni sentimento. Ogni cosa è illuminata grazie a loro nella nostra vita.
Questa torta è davvero una meraviglia. Mi segno la ricetta perché si ha da fare. Un grande abbraccio a tutti voi ❤

Reply
Elena Levati 28 Novembre 2019 - 02:54

Grazie con tutto il cuore! E’ bello rivederti qui <3 <3 un bacio a voi!

Reply
speedy70 26 Novembre 2019 - 15:51

Con le pere ripiene questo goloso dolce diventa super!!!

Reply
Elena Levati 28 Novembre 2019 - 02:55

grazie!!! 🙂

Reply
Tina in Cucina 24 Aprile 2020 - 09:26

la torta sembra buonissima e anche genuina! da provare!

Reply
Elena Levati 26 Aprile 2020 - 10:48

si!!!! provala!

Reply
torta all’acqua al cioccolato e lamponi 10 Marzo 2021 - 12:13

[…] all’acqua: ve ne avevo già parlato in questo altro post in cui fungeva da morbido cuscinetto per delle pere ripiene e oggi ve la ripropongo in una veste […]

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: