Pizza fatta in casa: al pesto con stracchino e asparagi

by Elena Levati

Ormai lo sapete che la pizza è per me la pizza con la P maiuscola giusto?

Ecco che nella mia continua sperimentazione dell’impasto non perfetto in assoluto, ma di quello perfetto per me in base ai mie strumenti e alle mie possibilità, cioè quell’impasto che sia ben lievitato, che richieda l’uso di poco lievito e soprattutto che preveda pochi passaggi, sono arrivata alla definitiva conclusione che la lievitazione nell’arco delle 24 ore è per me la soluzione ideale.

Dovevo però modificare qualche cosa perchè i miei panetti (se vi ricordate le ricette precedenti) pesavano 300 gr l’uno mentre di solito il peso si aggira tra i 250-280 gr…
Il primo tentativo quindi è stato di diminuire le dosi della farina così da avere panetti da 280 grammi. Passiamo quindi da 400 gr di farina a 350 gr. Ok! Ma non è che se diminuisce la farina deve diminuire anche la mia soddisfazione quando la pizza è pronta, giusto?

Quindi? Quindi, visto che l’impasto sta in frigo per 24 ore e io di frigorifero ne ho uno solo e neanche tanto grande, inizialmente, per occupare meno spazio facevo un panetto unico, lo mettevo in ciotola e lo dividevo in panetti il giorno dopo. Diminuendo però le dosi della farina, per favorire la lievitazione ho dovuto adeguarmi e dividere l’impasto in panetti già prima del riposo in frigo. Meglio, molto meglio.

Un’altra cosa che non facevo era far riposare l’impasto prima di metterlo in frigo. Ora invece ho visto che lasciandolo a temperatura ambiente per 1 ora almeno, ridandogli una piccola lavorata prima del frigo, ne favorisco la forza.

E per finire ho aumentato di 1 ora la ripresa della lievitazione a temperatura ambiente il giorno successivo passando da 2 a 3 ore.

Non ho scoperto l’acqua calda, lo so bene! E so anche che molti di voi sono personaggi autorevolissimi in quanto a pizze e lievitati, ma ognuno si deve misurare con le sue abitudini, con le sue possibilità e , diciamocelo, con la sua comodità!
Probabilmente gli impasti che vanno ripresi in mano dopo un tot di ore, quelli con il poolish per esempio, risultano migliori, ma è anche vero che non sempre si ha la possibilità di mettersi a reimpastare al mattino…soprattutto se l’intenzione è di fare la pizza in casa tutte le settimane (e magari non per forza il sabato sera) e quindi si cerca una ricetta che sia prima di tutto comoda!

Ok, dopo questo lunghissimo sproloquio, vado alla ricetta! 🙂

E comunque: buon fine settimana e buona pizza a tutti!

PIZZA FATTA IN CASA

al pesto, con stracchino e asparagi


Difficoltà: facile Tempo: 20 minuti + 27 ore lievitazione + 25 minuti cottura Dosi: 2 pizze al piatto


Ingredienti:

  • Impasto: 200 gr farina forte (per me ai cereali con W 400) , 150 gr farina tipo 1 (W 300), 8 gr sale, 1 gr lievito di birra fresco, 210 gr acqua tiepida.
  • Condimento: 100 gr pesto ligure, 24 asparagi,  200 gr stracchino,  pepe nero.

Preparazione:

 Il giorno prima alle 17.00 preparate l’impasto: sciogliete il lievito nell’acqua tiepida, versatela nell’impastatrice e impastate con le farine aggiungendo il sale dopo qualche minuto. Impastate per circa 15 minuti fino a che otterrete un composto liscio, omogeneo ed elastico.

Formate un panetto e mettetelo sul piano infarinato, copritelo con una grande ciotola e fate riposare per 1 ora (puntatura).

Riprendete l’impasto, lavoratelo ancora un poco (a mano) e dividetelo in 2 parti (circa 280 gr l’una).

Mettetele in due ciotole leggermente oliate, coprite con pellicola bucherellata (o con un coperchio in silicone) e mettetele in frigorifero per 23 ore.

Il giorno successivo, alle 17.00 tirate fuori l’impasto dal frigorifero, mettete le due pagnotte sul piano infarinato, copritele con le ciotole e lasciatele lievitare per altre 3 ore a temperatura ambiente.

Mentre riposano preparate il condimento: pulite gli asparagi e fateli cuocere a vapore per 10 minuti in modo che rimangano croccanti quindi dividete le punte dai gambi: tenete le prime intere e tagliate i gambi a rondelline.

Se usate il forno tradizionale: poco prima delle 20.00, accendete il forno e portatelo al massimo della temperatura (280° C), stendete le pagnottelle lasciando il bordo più spesso, trasferitele su un foglio di carta forno e mettetele in una teglia. Condite con il pesto e con gli asparagi (potete usare sia le punte che i gambi o solo le punte e conservare i gambi per un bel sughetto per gli spaghetti del giorno dopo!), appoggiate la teglia sul fondo del forno e fate cuocere 10 minuti. Togliete la pizza dalla teglia e fate cuocere 1 minuto direttamente sul fondo del forno (in questo modo la cottura della base sarà perfetta). Rimettete la pizza sulla teglia, completate con lo stracchino, un poco di pepe ed infornate ancora nella parte più alta del forno per 4 minuti. Sfornate e servite subito!

Se avete la pietra refrattaria o, come nel mio caso, un forno-pizza: mettete il condimento sulla pizza tutto insieme e fate cuocere per 4-5 minuti.

HOME MADE PIZZA

with pesto, stracchino cheese and asparagus


Level: Easy Time: 20 minutes + 27 hours rising + 25 minutes baking Serving: 2 persons


Ingredients:

  • Dough: 200 g cereals flour (W 400), 150 g flour type 1 (W 300) , 8 g salt, 1 g brewer’s yeast , 210 g lukewarm water.
  • Filling: 1oo g pesto sauce, 24 asparagus , 200 g soft cheese, black pepper .

Method:

The day before at 5:00 pm prepare the dough : dissolve yeast in water , pour it into the mixer and mixed with flour adding salt after few minutes. Knead for about 15 minutes until you have a smooth , homogeneous and elastic dough.

Form a loaf and place it on floured pastry board, cover with a large bowl and let rest for 1 hour.

Take the dough, knead it a little longer (by hand) and divide it into 2 parts (about 280 g each) .

Put them in two lightly oiled bowl , cover with plastic and place in refrigerator for 23 hours.

The next day, at 5.00 pm take out the dough from the refrigerator , put the two loaves on floured pastry board , cover with bowls and let rise for 3 hours more at room temperature.

Meanwhile prepare the filling: clean the asparagus and steam for 10 minutes then divide the tips from the stems : keep the first whole and cut the stems .

If you bake your pizza in the oven : a little before 8:00 pm , turn on the oven and bring to the maximum temperature ( 280 ° C) , roll out the loaves , transfer them on a sheet of parchment paper and place in a baking dish . Seasoned with pesto and asparagus ( you can either use the tips that only the tips of the stems or stalks and store for a great sauce for spaghetti the next day! ) , Place the pan on the bottom of the oven and bake 10 minutes . Remove the pizza from the pan and cook 1 minutes directly on the oven floor (so the cooking of the base will be perfect ) . Put the pizza on a baking tray , complete with soft cheese , pepper and bake again in the upper part of the oven for 4 minutes. Remove from the oven and serve immediately!

If you have a baking stone or, as in my case, a pizza – oven : Put the sauce on the pizza all together and cook for 4-5 minutes.

74 comments

debora 23 Maggio 2014 - 07:30

Sembra davvero deliziosa…la dovrò provare…bravissima

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:31

Grazie!!! 🙂

Reply
m4ry 23 Maggio 2014 - 07:43

E’ proprio così che faccio ! Ed il risultato è ASSOLUTAMENTE superlativo ! Che voglia che mi hai messo 🙂 Ti abbraccio tesoro, buon week-end 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:27

a te gioietta

Reply
Elisa-Viaggio e Assaggio 23 Maggio 2014 - 07:56

Che bella questa pizza..e proprio come piace a me con quel bordo alto…bellissima! Buon weekend Elena. Un abbraccio

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:24

grazie cara!

Reply
thecakerevolutionblog 23 Maggio 2014 - 08:13

Hai ragione quando dici che bisogna anche adattarsi ai proprio ritmi, alle proprio possibilita’ e comodita’! infatti io sono alla ricerca di un buon metodo per fare la pizza che sia anche fattibile! provero’ il tuo.. grazie! 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:23

va bene! fammi sapere eh! 😉

Reply
Mila 23 Maggio 2014 - 08:15

Ke fame che mi hai fatto venire…. Beh anch’io ho fatto alcuni cambiamenti per via dei tempi e degli spazi, ma poi mio marito mi ha detto “ma se ne viene una in più la possiamo congelae che se viene voglia è pronta subito” e così ho fatto, per cui ora ne preparo una in più, la congelo e vedo che i ragazzi se la scongelano a metà settimana come merendina!!!!
Però la prossima volta provo anch’io a fare già i panetti pesati!!!! Grazie del’idea!!! Buon week end

Reply
acasadisimi 23 Maggio 2014 - 08:48

Buongiorno Elena! anch’io sono golosissima di pizza, la mangerei anche a colazione e assaggerei volentieri una delle tue farcite sempre in modo super originale! mi piace tantissimo l’amore e la passione che ci metti! complimenti! Buon fine settimana
Simi

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:08

Grazie Simi!!!! 🙂

Reply
sandra pilacchi 23 Maggio 2014 - 09:26

stupenda! mamma che fame!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:06

😀 grazie!

Reply
Lilli nel paese delle stoviglie 23 Maggio 2014 - 09:38

A che ora si pranza???? squisita, adoro il pesto e la pizza e gli asparagi ci stanno benone, io devo ancora trovare il mio impasto ma non desisto, ce la farò sperimentano e godendo sempre del risultato che quando si tratta di pizza è sempre buono, buon week end a te Elena!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:06

😀 sperimenta sperimenta!!!! io aspetto i tuoi risultati!

Reply
Giulia 23 Maggio 2014 - 11:59

Molto interessanti le considerazioni sull’impasto! Il risultato parla da sé!
Giulia

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:03

😀 Grazie!!!!

Reply
panelibrienuvole 23 Maggio 2014 - 12:26

Pesto e stracchino….buoooonaaa! 😀

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:03

😉

Reply
ostriche 23 Maggio 2014 - 12:37

una bellezza!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:03

grazie!!!

Reply
LaGio' 23 Maggio 2014 - 12:48

mi piace tantissimo questo “processo creativo” che ti ha portata a trovare la formula magica, come scrivi tu, PER TE! Si prova, si sperimenta..si migliora o magari si torna indietro perché i risultati non ci soddisfano. Tu sperimenti e decidi sulla base dei tuoi gusti, delle tue preferenze. Con umiltà presenti quello che è il frutto dei tuoi spadellamenti, li condividi e tieni traccia del tuo ricettario su un blog in cui si trovano appunti di ricette ma anche di vita. Questo è lo spirito che ho colto nel tuo blog (ed anche quello che mi piacerebbe trasparisse dal mio). A me questa pizza piace tantissimo e farò tesoro dei tuoi consigli visto che non sono ferrata in materia. Grazie!!! un bacione e buon w.e.

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 08:02

che bellissimo commento! Grazie davvero con tutto il cuore!

Reply
SABRINA RABBIA 23 Maggio 2014 - 13:21

che pizza golosa!! Adoro lo stracchino sulla pizza, cosi’ filante!!Hai ragione, ognuno in base alle sue esigenze deve trovare il suo impasto base!!!Io la faccio tutti i sabato sera e non posso far lievitare tanto la pizza, quindi il mio impasto e’ un po’ diverso, penso che presto dovro’ postarlo, tutti coloro che provano a farlo, sono contenti!!Aspetto la tua prossima ricetta buon weekend cara e baci baci Sabry

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:22

anche io la faccio tutte le settimane ed è proprio per qst che la faccio lievitare tanto perchè la impasto il gg prirma e poi non la guardo più fino al gg dpo! 🙂 un bacone cara e aspetto la tua eh! 😉

Reply
Marta e Mimma 23 Maggio 2014 - 13:42

Elena, proprio ieri sera abbiamo fatto una pizza alternativa e il pensiero è volato a te e alle tue golosissime pizze e tu oggi ce ne proponi una così? Ora ci tocca rifarla e proporla come questa, per forza…

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:21

davvero??? non vedo l’ora di vederla!

Reply
lamaky 23 Maggio 2014 - 13:54

Elena, anche il mio procedimento è simile, e anche io ci sono arrivata per comodità. Certo che se ho tempo mi piace fare più passaggi, rilavorare l’impasto.. ma quando mai uno ha tempo ? quindi evviva la praticità!!!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:16

appunto! 😀

Reply
veronica 23 Maggio 2014 - 14:50

A me la pizza in casa non viene tanto bene, quindi grazie dei consigli cara ne faro’ tesoro e spero di riuscire a sfornare una delizia come la tua. Baci e buon w.e.

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:15

grazie Veronica! sono certa ti verrà bene! fidati! 🙂

Reply
Sonia 23 Maggio 2014 - 14:53

hai cambiato il look del blog e la fotina ? è bellissimo, come questa pizza! ormai sei un’esperta mia cara!!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:15

si si! 😀
Grazie!!!!

Reply
la Greg 23 Maggio 2014 - 15:13

P maiuscola anche per me…lo stracchino lo metterei davvero ovunque!
baci tesoruccio

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:15

😉

Reply
kivrin82 23 Maggio 2014 - 16:02

Buone a sapersi tutte queste cose sull’impasto 😉
E la pizza è davvero yummy come direbbero gli americani!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:14

😀 hihihi

Reply
Terry 23 Maggio 2014 - 17:17

A mne piacciono tantissimo i tuoi sproloqui … mi piace la pizza, lo stracchino, gli asparagi, insomma mi piace tutto!! Ma sopratutto mi piaci tu Zuccherino. 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:04

😀 grazie mon amour!

Reply
azzurra 23 Maggio 2014 - 17:48

mamma mia sembra davvero una delizia quella pizza!!!!mmmm…mi fai venir una fame!!!
buon week end stellina

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:04

grazieeeee

Reply
Patalice 23 Maggio 2014 - 17:52

purtroppo, mio malgrado, debbo sostituire lo stracchino con la ricotta

Reply
susy 23 Maggio 2014 - 18:10

Io ho trovato la mia base ideale per la pizza, una base che piace a tutti anche agli ospiti. Ma ovviamente, come dici tu, è un impasto perfetto per me!!! Adoro gli accostamenti di questa tua fantastica pizza!
Un sereno fine settimana Susy

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:03

eh lo so, la tua con la zucca fettine eil formaggio di capra mi è rimasta nel cuore! 🙂

Reply
zia consu 23 Maggio 2014 - 18:57

Ottimi consigli e tecnica impeccabile! Inoltre il condimento che hai scelto è dannatamente goloso e rispetta in modo esemplare i ritmi della stagione..i miei complimenti cara!
Nell’occasione di auguro un felice we <3

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:03

grazie zietta! un bacio grandissimo così!

Reply
Pancetta Bistrot 23 Maggio 2014 - 20:04

Complimenti, ha davvero un aspetto delizioso, una volta proveremo questo impasto con pochissimo lievito a lunga lievitazione…in fondo è comodo poter preparare in anticipo l’impasto e non dover fare quasi nulla il giorno dopo !
Buon fine settimana!
Laura e Sara

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:03

infatti, è comodissimo! io la faccio tutte le settimane! 🙂 bacioni

Reply
Annalisa B 23 Maggio 2014 - 21:13

Prima di sposarmi, facevo la pizza tutte le settimane, ora la faccio più raramente…ti assicuro che, dopo aver visto la tua bellissima pizza, per la gioia di mio marito, tornerò a farla!
Sei stata super, Elena!!!
Buon fine settimana<3

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:02

per forza!!! 🙂

Reply
Lisa G 24 Maggio 2014 - 08:21

Io sto seguendo tutti i tuoi consigli sai, e ora ci aggiungo anche questi !!!!!!!!
Con asparagi e stracchino poi è il top. Abbinamento strepitoso.
Buon we Elena cara

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:02

che onore mi fai!
grazie Lisa!!!! bacini

Reply
Emanuela 24 Maggio 2014 - 10:12

Che meraviglia! Ha una crosta così ben lievitata che non ho dubbi che la tua pizza sia ottima! E mi piace la farcitura, molto! 🙂
Un abbraccio tesoro, buona domenica! <3
PS: Tutto ok con la brioche? 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:01

grazie! Sì, sì ti ho scritto sul blog! 🙂

Reply
Ros 24 Maggio 2014 - 15:22

Tesorino, anche io faccio lievitare l’impasto molte ore…12 e uso 2/3 grammi di lievito. Una meraviglia la pizza così. Aggiungo anche un cucchiaino di malto d’orzo. La pasta viene di colore leggermente più bruno, morbida all’interno e con il cornicione un pochino più croccante. La cuocio nel forno tradizionale :-)…una deliziosa consuetudine del sabato sera. Ottima idea lo stracchino e gli asparagi :-P. Bacino, cara Elena, e buon fine settimana <3

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Maggio 2014 - 17:01

mmm il malto devo provarlo! grazie! brava, bella idea! 🙂 un abcio a te tesoro

Reply
dolcipensieri 25 Maggio 2014 - 08:35

ciao
ottimi accostamenti… una pizza dai sapori diversi dal solito! da copiare! kiss

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 07:49

ciao!!! grazie!!

Reply
alicegrandi 25 Maggio 2014 - 20:24

Anche io trovo la lievitazione in frigo in 24 ore il più comodo per avere una pizza buona e molto digeribile 🙂 La cosa che non ho mai provato è di lavorarla prima di metterla in frigo…proverò 😉

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 07:49

😉 ok!

Reply
lapetitecasserole 25 Maggio 2014 - 22:51

Io quell’invito che mi hai fatto me lo tengo stretto, e questa pizza sale in vetta alle mie “richieste” …. che bel soggetto che sono ho pure le pretese… ma un po’ é anche colpa tua visto le meraviglie che posti!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 26 Maggio 2014 - 07:48

😀 accolte tutte le richieste! 😉 un abbraccio

Reply
immacennamo 31 Maggio 2014 - 21:30

Vedo che sei un’appassionata di pizze 🙂
Il tuo metodo mono l’ho mai provato quella del riposo in frigo, io la faccio con 8/10 gr di lievito e la faccio lievitare. 6-7 ore.
Secondo me hai fatto bene a fare prima i panetti singoli, unica cosa da napoletana posso dirti che la cottura con la carta forno non va assolutamente bene, per avere un’ottima pizza la teglia va unta con olio e la cottura deve avvenire completamente nella parte più bassa del forno, notte 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 1 Giugno 2014 - 07:15

eh lo so, ma io vorei renderla leggera e quindi ecco spiegata la ragione dela carta forno 😀 facendola tutte le settimane devo limitare un po’ le calorie! almeno nell’olio sul fondo! 😀 grazie carissima un bacio

Reply
immacennamo 1 Giugno 2014 - 13:32

Ah ecco allora se è una questione di calorie…buona domenica cara 🙂

Reply
Pizza fatta in casa: bufala, zucchine grigliate e nocciole | ConUnPocoDiZucchero.it 1 Agosto 2014 - 08:30

[…]  Il giorno prima alle 17.00 preparate l’impasto: seguite le indicazioni che trovate QUI. […]

Reply
ariannaelesuepassioni 24 Febbraio 2015 - 22:07

Ciao!
Scusa la domanda..ma il forno dev’essere ventilato?
E soprattutto cosa intendi con “sul fondo del forno”? direttamente sul forno o sulle gratelle? 🙂
Non ho la pietra refrattaria, ma un forno ventilato/statico tradizionale casalingo.
Ho già provato a fare la pizza, sia di kamut che normale, a farla riposare circa 14 ore (non in frigo però, ma fuori), ed a precuocere la base prima di versarci il condimento.
E’ venuta COMPLETAMENTE croccante e soprattutto molto molto bassa (considerando che per 2 persone ho utilizzato 500 gr di farina e 10 gr di lievito fresco).

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 24 Febbraio 2015 - 22:57

Ciao! Sul fondo proprio sul forno solo 1 minuto di orologio giusto per avere la base croccante ma non di piu se no ti brucia la carta forno 🙂 poi il forno statico se no diventa troppo croccante per i miei gusti. Sono importanti le pieghe per una buona lievitazione quindi potresti farle 1 volta in piu prima di fare i panetti, ma la cosa davvero importante rimane la qualita della farina:se non risparmi lì ne avrai un guadagno successivo inestimabile 🙂 fammi sapere come va se no ci risentiamo. Io sono qui 😉

Reply
ariannaelesuepassioni 25 Febbraio 2015 - 13:55

Ok quindi ricapitolando utilizzo lo stesso impasto che mi era venuto bello soffice al tatto e di consistenza a mio avviso giusta….
Poi cuocio direttamente con il condimento (salvo la mozzarella) sul fondo del forno ventilato 1 minuto, dopodiché cambio e programmo il forno statico e faccio continuare la cottura della pizza fin quando non mi sembra completamente pronta Giusto? Grazie davvero della disponibilità 😉
ti lascio anche la mail nel caso volessi rispondermi direttamente lì
aryanna1989@virgilio.it

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Febbraio 2015 - 17:44

Eccomi! Allora, non so che impasto avevi usato ma se ti sembrava bello puoi provare a cambiare solo la cottura questa volta e vedi come va. eventualmente se non ti soddisfa provi poi il mio impasto se vuoi.
Per la cottura: il forno solo statico. 280°. metti la pizza sulla teglia con la carta forno già con il condimento (tranne la mozzarella), appoggi la teglia direttamente sul fondo del forno e fai cuocere 10 minuti. Poi togli la teglia e appoggi la pizza con la carta forno direttamente sul fondo del forno e la fai cuocere 1 minuto. Rimetti la pizza sulla teglia, aggiungi la mozzarella e la inforni nella parte più alta del forno per 4 minuti.
Io quando la faccio in forno faccio sempre così.Prova e poi dimmi, ok?
A presto 🙂
Elena

Reply
x230x 14 Marzo 2015 - 10:44

Oggi preparo l’impasto e domani sera la gusterò insieme al mio boyfriend! Utilizzerò il tuo 🙂 Ti farò sapere!!!

Reply
Pizza fatta in casa: delizia autunnale 6 Ottobre 2018 - 05:08

[…] Il giorno prima alle 16.00 preparate l’impasto: seguite le indicazioni che trovate QUI. […]

Reply
Pizza margherita con il cornicione ripieno 20 Ottobre 2019 - 04:30

[…] Il giorno prima, alle 17.00 preparate l’impasto: seguite le indicazioni che trovate QUI. […]

Reply
Pizza fatta in casa: bufala, zucchine grigliate e nocciole 20 Ottobre 2019 - 05:18

[…]  Il giorno prima alle 17.00 preparate l’impasto: seguite le indicazioni che trovate QUI. […]

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come tratto i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: