girelle al radicchio

by Elena Levati

L‘autunno è un po’ strano qui: è facile scordarlo per tutto ciò che offre a livello culturale, ma Barcellona è una città di mare e, come tale, regala un clima mite con temperature che variano moltissimo nell’arco della giornata. Per me, abituata al tipico grigiore nebbioso del milanese, questo è un lato sicuramente positivo, ma anche che ti fa traballare.

A volte ti rendi conto che siamo a novembre solo perchè vedi le foglie color rosso arancio ai piedi dei grandi alberi che incorniciano i viali e i parchi oppure perchè sei in una via chiusa tra i palazzi e senti il vento freddo del mattino battere sul tuo collo riparato da una sciarpa troppo leggera.

Poi ti basta girare l’anglo, percorrere qualche passo e ti trovi in riva al mare. E la sabbia è tiepida, il sole è ancora caldo e il cielo azzurro intenso ti fa sentire in vacanza. Ti accorgi che quella sciarpetta, allora, era della pesantezza giusta e che basta la luce a darti tepore.

E ti togli addirittura le scarpe e le togli anche a lei; abbandoni la Elena grande e responsabile e ti tuffi in una dimensione di gioco e di spensieratezza e corri dietro ad un musino dolce che sgambetta felice e dice: “Ti ppendo”.

E’ strano questo autunno, questo autunno che sembra ancora a tratti baciato dall’estate nonostante ci si affacci a vetrine già addobbate per Natale.

Ma a me il Natale piace tantissimo e allora ci rimettiamo le scarpe e andiamo a cercare le foglie. Le raccogliamo e le portiamo a casa per incollarle su un cartoncino e sentire le stagioni.

E le stagioni le sentiamo anche in cucina e prendiamo delle foglie color porpora scuro e ci giochiamo mentre prepariamo la cena.

Una cena che, anche oggi, conferma la nostra attuale forzata crociata per le ricette facili e veloci. Sono le girelle di pasta sfoglia questa sera ad entrare nella nostra cucina: una idea carina, un giocoso salva cena da tirare fuori dal cilindro al momento del bisogno. La forma a chioccia, che ricorda una coccola e un abbraccio stretto di una mamma, rende queste girelle anche molto dolci ai miei occhi oltre che pratiche e furbe!

Potete decidere di farne una sola grande o, come me, 4 più piccole in versione monoporzione e potete/dovete ricordarvele tutto l’anno, perchè il bello è giocare con il ripieno: seguite la stagionalità degli ingredienti e variatelo di mese in mese in relazione a ciò che madre natura offre sul piatto. Io, in questo caso, ho optato per il carattere deciso del radicchio, semplicemente tagliato a striscioline e saltato in padella, ad appassire, con un goccio d’olio e un pizzico di sale e la morbidezza e dolce bontà dello stracchino.

GIRELLE AL RADICCHIO

 Livello: facile Tempo: 4 girelle
Ingredienti:
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare,
  • 1 piccolo cespo di radicchio tondo,
  • 2 filetti di acciughe sotto sale,
  • 100 gr stracchino (per me Spega),
  • 1 tazzina di latte per spennellare,
  • semi misti a piacere (io ho usato sesamo, nigella, papavero e canapa),
  • sale e pepe,
  • olio evo

Procedimento:

  1. Mondate il radicchio, lavatelo e tagliatelo a striscioline.
  2. Versate in una padella i filetti di acciuga dissalati e sminuzzati, insieme ad 1 cucchiaio di olio. Accendete la fiamma e fate rosolare per 2 minuti, unite il radicchio e fate saltare a fiamma vivace per 5 minuti.
  3. Spegnete e fate raffreddare su un vassoio.
  4. Sminuzzate il formaggio.
  5. Dividete la pasta sfoglia in 4 strisce di uguale dimensione, per il senso della lunghezza. Farcite il centro di ogni striscia con un po’ di formaggio e di radicchio.
  6. Richiudete la pasta unendo i due lati delle strisce e premendo bene in modo da tenere il ripieno all’interno.
  7. Arrotolate quindi ogni striscia su se stessa formando una girella e disponetele su una teglia rivestita di carta forno.
  8. Accendete il forno a 200°C.
  9. Spennellate le girelle con il latte, completate ognuna con i semi prescelti e infornate per 20-25 minuti.
Note:
  • Potete anche creare una girella unica di sfoglia al posto di 4 girelle individuali da servire al posto di una classica torta salata.
  • Potete variare il ripieno a vostro piacimento seguendo la stagionalità degli ingredienti e il vostro gusto. Ad esempio: cubetti di zucchine al curry e ricotta, prosciutto e mozzarella, zucca e provola affumicata, melanzane grigliate e ragù di gamberi.
  • Se avete dei bambini piccoli potrebbe essere utile frullare il ripieno in modo da avere una crema morbida che possano mangiare senza fatica 😉

Già prevedo che il prossimo abbinamento sarà zucca, funghi e un formaggio stagionato, magari di capra.

In estate potrete invece creare girelle con zucchine, melanzane, peperoni, pomodori e usare formaggi più delicati e freschi come la mozzarella, oppure andare sul sicuro e mettere d’accordo grandi e bambini con la ricotta!

RADICCHIO ROLLS


Level: easy  Time: 15 mins + 30 mins baking Serves: 4 rolls

Ingredients:

  • 1 roll of rectangular pouff pastry,
  • 1 small head of radicchio,
  • 2 anchovies fillets (desalted),
  • 100 gr stracchino cheese (for me Spega),
  • 1 cup of milk for brushing,
  • mixed seeds to complete (I used sesame, nigella, poppy and hemp seeds),
  • salt and pepper,
  • extra virgin olive oil.

Method:

  1. Wash and clean radicchio, then cut it into strips.
  2. Put anchovies in a big frying pan, add 1 tablespoon of oil and cook for 2 minutes. Add radicchio and cook on high flame for 5 minutes.
  3. Turn off and cool on a tray.
  4. Mince the cheese.
  5. Divide pouff pastry in 4 strips of the same size lengthwise. Fill the center of each strip with a bit of cheese and radicchio.
  6. Close the pastry joining the two sides of the strips and pressing well in order to keep the filling inside.
  7. Roll each stripe on itself forming a roll and place it on a baking tray covered with paper.
  8. Turn the oven to 200 ° C.
  9. Brush the rolls with milk, complete each with some seeds and bake for 20-25 minutes.

18 comments

Ro 17 Novembre 2017 - 09:43

Ma amoreeeeeee… quant’è bella quella foto! L’amore che abbaglia e la gioia che viene fuori così prepotente in un semplice bacio mamma/figlia! Non l’avevo ancora vista! Così come certamnete mi sono persa tutti i cambiamenti dell’ultimo anno!
Siete a Barcellona? Santo cielo, se mi son persa qualcosa!
Sembra davvero solo ieri che veniva al mondo la Ludo e cambiava le vostre vite colorandole di quell’amore incondizionato che solo un figlio suscita… mi dispiace di essere sparita, mi dispiace essermi persa tante cose importanti. Ma è stato un anno (e più) molto importante per me e nel quale ho dovuto provare a ricucire tanti piccoli pezzettini per poter tornare con la volntà di esserci sul serio!
Quindi eccomi… raccontami un po’, mia dolce elegante cara amica, come state? 🙂

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:14

carissima! che piacere risentirti! mi sei mancata sai? e mi sono anche un po’ preoccupata non leggendoti per tanto tempo! noi stiamo bene, un po’ insainati come vedi , ma ci siamo 🙂 abbiamo scelto di darci fiducia come famiglia e di fare qst grande passo trasferendoci a barcellona… non è tutto liscio, ma ce la faremo! l’importante è essere insieme! tu piuttosto come stai? cosa mi combini? un bacione grande grande

Reply
Ro 20 Novembre 2017 - 15:56

Sono felice di leggerti così tanto positiva! Deve essere una gran bella soddisfazione sapere di dare e ricevere supporto da questo piccolo grand enuceo familiare che avete costruito insieme! Vi auguro davvero solo il meglio e di riuscire a godere appieno di tutte le nuvove esperienze che verranno! 🙂
Io sto benone, dai! Scrivo e leggo tanto, mi coccolo e sono in un periodo di profonda gratificazione personale e sentimentale. Non mi posso davvero lamentare, ecco! Nulla di davvero nuovo, solo tanta voglia di ritornare in questi bei posticini e lasciarmi coccolare da tante belle donne che avevo un po’ perso.

Reply
Elena Levati 23 Novembre 2017 - 22:41

❤ bello leggerti felice! Davvero! Sono contenta per te e per voi! E anche tanto contenta di rivedere il tuo muso da gatto qui da me ?

Reply
Mila 17 Novembre 2017 - 11:54

Buon venerdì 17!!!!
Mi hanno regalato ieri sera del radicchio di treviso, ma mi sa che finirà nella mia insalatona quotidiana!!!!
Ma molto invitnati le tue girelle…
Buon week end

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:15

grazie Mila! un po’ nell’insalatona fa sempre bene, ma se ne avanzassi un pochino… 😉 bacioni

Reply
tizi 17 Novembre 2017 - 12:01

sfiziosissime queste girelle… io adoro il radicchio e ora che mi ci fai pensare quest’anno non l’ho ancora utilizzato in cucina! ti mando un abbraccio forte, goditi il calore della spagna perchè qui si inizia a soffirire il freddo sul serio! buon weekend cara!

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:16

eh lo so, infatti già so che avremoun trauma a dicembre! 🙂 grazie Tizi un bacione e buona settimana

Reply
Simo 17 Novembre 2017 - 15:52

bellissima idea!
Guarda, quando vado al mare nella mia casetta, in Liguria, mi sembra di vivere in un’altra dimensione (e siamo sempre in Italia, ecco…) quindi come non capirti…?!
Rispetto all’umidità e al freddo del milanese, beh,….non c’è paragone!
Ottime e belle le tue girelle, mi sa che ti copio l’idea 😉
Baciotti

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:17

🙂 ehehe infatti!
grazie mille Simo cara! un grande abbraccio a te

Reply
zia Consu 17 Novembre 2017 - 18:20

Ma che bello il vostro autunno 🙂 una stagione vissuta come nuova, piena di aspettative e calore. Barcellona vi regalerà tantissime emozioni, ne sono certa ^_^
Ottima cena e felice we <3<3<3

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:17

grazie Consu! con tutto il cuore!

Reply
Ipasticciditerry 18 Novembre 2017 - 08:19

Lo so che mi credi, sai che faccio anche io delle cosine simili? E proprio settimana scorsa l’ho fatta con radicchio e crescenza, senza acciuga che, in effetti, gli fanno quello sprizzo in più! Le tue però sono anche carinissime, a forma di girelle. Brava il mio Zuccherino. Sai Elena, anche qui sta facendo un autunno insolito; freddo ma con sole. Se esci ben coperto, non ti rendi nemmeno conto che tra meno di quaranta giorni è Natale. Un abbraccio grande a voi ?

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:18

davvero? vedi che bello sentirti vicina in cucina attraverso un piatto simile! <3 un bacio grande grande zia terry

Reply
edvige 18 Novembre 2017 - 15:55

Molto interessante la girella mi piace. Di foglie rosse gialle ecc. ci sono splendide sull’altopiano carsico ma bisogna andarci circa mezz’ora con la macchina e poi in questi giorni soffia da matti. Peccato.
Buona fine settimana bacio.

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:18

🙂 grazie mille edvige cara

Reply
Claudia 19 Novembre 2017 - 13:35

Sono un’idea davvero gustosa!!!! baci e buona domenica :-*

Reply
Elena Levati 20 Novembre 2017 - 11:19

grazie cara :-*

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: