Ravioloni di patate (senza uova)

by Elena Levati

Cerco il sole…

in queste settimane in cui l’azzurro del cielo si diverte a giocare a nascondino lasciando sempre vincere nuvole grigie e nebbie fitte;

in questi giorni di burrasca interna, di papà sempre in viaggio, di pensieri e timori da mamma, di notti insonni, di occhi che abitano il buio e orecchie che ascoltano il silenzio;

in queste ore di  domande -tante- e di risposte balbettate -poche- io cerco il sole, aspettando di essere avvolta dal suo tepore e toccata dalla sua luce che crea la mia ombra. E fino a che c’è lei a seguire i  miei passi e i miei movimenti, io non sono sola. E in due, si sa, tutto si affronta meglio.

Aspettando il sole, allora, inizio a lavorare per portarlo nelle mura di casa, in un piatto che ha la luce dentro e che, magari, mi aiuterà a creare qualche ombra buona.

Ed è così che porto in tavola dei ravioloni con un impasto leggero di farina, semola e acqua, senza uova e punteggiato dal verde delicato di qualche fogliolina di timo.

All’interno un ripieno di patate insaporite da un poco di stracchino e da una punta di menta.

Solo un sugo di pomodoro e basilico può dare il giusto abbraccio finale: semplice ma sempre amato.

RAVIOLONI RIPIENI DI PATATE


Belli e saporiti, dal gusto fresco e dall’aspetto solare: sono i ravioloni di patate. L’impasto senza uova è colorato da foglioline di timo, mentre il ripieno è ricco di gusto grazie alle patate, alla menta e a un mix di due formaggi: lo stracchino e il pecorino. Basta un semplicissimo sugo di pomodoro e basilico per avere un piatto perfetto!


Livello: medio Tempo: 120 min + 6 min cottura Dosi: 4 persone

Ingredienti:

  • 250 gr farina ( 150 gr semola di grano duro 100 gr farina 0 )

  • 125-150 ml acqua

  • 2 rametti di timo

  • ½ kg patate farinose

  • 100 gr stracchino di capra (per me Spega)

  • 40 gr pecorino romano

  • 15 foglie di menta

  • 500 gr pomodori pelati

  • 1 cipolla rossa

  • un ciuffetto di basilico

  • sale, pepe nero

  • olio evo

Procedimento:

  1. Preparate la pasta: riunite la farina e la semola in una terrina, fate un buco al centro, unitevi una presa di sale, le foglioline di timo e l’acqua.

  2. Impastate dapprima con la forchetta e poi con le mani, trasferendovi sul piano da lavoro, fino ad ottenere un composto elastico e consistente.

  3. Formate una palla, avvolgetela in pellicola e fatela riposare in frigorifero per 1 ora.

  4. Preparate nel frattempo il ripieno: lavate le patate mantenendo la buccia e cuocetele a vapore nella pentola a pressione (nel cestello) per 15 minuti dal fischio. Se non volete usare la pentola a pressione fatele lessare in acqua bollente salata per mezz’ora.

  5. Sbucciatele ancora da calde e passatele subito allo schiaccia patate raccogliendole in una terrina. Mentre raffreddano, lavate le foglioline di menta, asciugatele e tritatene una decina.

  6. Grattugiate il pecorino e “tagliuzzate” lo stracchino.

  7. Unite la menta e i formaggi alle patate fredde, mescolate bene, unite una generosa macinata di pepe e regolate di sale. Coprite la terrina con la pellicola e mettetela in frigorifero.

  8. Preparate il condimento: tritate finissima la cipolla e sminuzzate con un coltello i pomodori pelati.

  9. Fate scaldare 1 cucchiaio di olio in una padella, unite la cipolla e fatela rosolare qualche minuto. Salate e aggiungete i pomodori pelati. Coprite con il coperchio e fate cuocere 15 minuti circa. Aggiungete il basilico e ancora 4-5 foglioline di menta.

  10. Riprendete la pasta, dividetela in due parti e lavoratene una alla volta nella macchina per la pasta assottigliandoli. Man mano, dividete la sfoglia in rettangoli più piccoli.

  11. NOTA: Coprite sempre con la pellicola il pezzo di pasta in attesa di essere tirato per non farlo seccare e infarinate sempre molto bene la pasta prima di passarla nel rullo per evitare che si attacchi.

  12. Usando un coppa pasta di circa 10 cm di diametro (oppure un bicchiere) ritagliate tanti dischetti e farciteli con un cucchiaino colmo di ripieno di patate.

  13. Allungatelo un poco compattandolo e formate i ravioloni richiudendo la pasta e pizzicandola verso l’alto (oppure semplicemente sigillate bene i bordi ottenendo delle mezze lune). Man mano che li preparate, disponete i ravioloni su un vassoio ben cosparso di semola.

  14. Fate cuocere i ravioli di patate in acqua bollente salata per 6 minuti circa, scolateli, conditeli con il sugo di pomodoro e servite completando a piacere con un poco di olio a crudo e una grattugiata di pecorino.

POTATOES RAVIOLI


Level: intermediate Time: 2 hours + 6 mins cooking Serves: 4 pp

Ingredients:

  • 250 g flour (150 gr semolina, 100 g flour 0),
  • 125-150 ml water,
  • 2 sprigs of thyme,
  • ½ kg potatoes,
  • 100 gr soft goat cheese (for me stracchino Spega),
  • 40 g pecorino cheese,
  • 15 mint leaves,
  • 500 g peeled tomatoes,
  • 1 red onion,
  • 1 sprig of basil,
  • salt, black pepper,
  • extra virgin olive oil.

Method:

  1. Prepare the dough: put the flour into a bowl, make a hole in the center, add a pinch of salt, thyme leaves and water.
  2. Knead at first with a fork, then with your hands, moving on a floured pastry board. You have to get a homogeneous mixture. Form a ball, wrap in plastic and let rest in the fridge for 1 hour.
  3. Meanwhile prepare the filling: wash potatoes keeping the peel and steam in the pressure cooker basket for 15 minutes from the whistle. If you do not want to use the pressure cooker boil potatoes in salted water for 30 mins. Peel and mash potatoes still hot and put them in a bowl. Let cool.
  4. Meanwhile wash the mint leaves, dry and mince them.
  5. Add mint, grated pecorino cheese and goat cheese. Stir well, add a pinch of pepper and salt. Cover the bowl with plastic and place in refrigerator.
  6. Prepare the sauce: thinely chop red onion and mince (using a knife) peeled tomatoes.
  7. Heat 1 tablespoon of oil in a pan, add the onion and cook 5 minutes. Add salt and tomatoes, cover with a lid and cook about 15 minutes. Add the basil and 4-5 mint leaves.
  8. Take back the dough, divide it in 2 parts and pass them, one by one, in the pasta machine getting thin rectangles.
  9. NOTE: keep always cover with plastic the dough and always flour very well each rectangles before rolling it in the pasta machine.
  10. Cut out some disks (you can use a cutter of 10 cm or a glass) and fill them with a full teaspoon of potato stuffing.
  11. Stretch it a little and form your ravioli closing and pinching the dough upward.
  12. Cook the potato’s ravioli in boiling salted water for about 6 minutes.
  13. season with tomato sauce and serve.

28 comments

Profumo di Sicilia - Piccolalayla 24 Febbraio 2017 - 07:53

Che meraviglia… non posso che sciogliermi a guardare queste foto! Voglio provarli al più presto! La

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:12

grazie!!! fammi sapere se ti sono piaciuti! 🙂

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:18

grazie!!!! fammi sapere se ti sono piaciuti! 🙂

Reply
Simo 24 Febbraio 2017 - 07:58

Con la pasta fresca sono la negazione totale…mi gusto questi tuoi ravioloni che devono essere fantastici….che voglia di assaggiarli!!!
Un abbraccio cara

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:16

tu la negazione???? non sei credibile simo! sei un vulcano di bravura tu!!! 🙂
sono felicissima ti piacciano! bacioni

Reply
tizi 24 Febbraio 2017 - 09:48

Che buoni questi ravioli, così delicati e leggeri… devono essere deliziosi! Forza cara che la primavera ormai è alle porte e con il sole tutto sarà più lieve…
Un abbraccio e buon fine settimana!

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:20

grazie tizi cara! buona domenica

Reply
mila 24 Febbraio 2017 - 11:38

Sempre brava!!! Mi ricordano i culungiones sardi e sono certa siano buonissssssimi!!!
Buon week end

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:20

grazie mila!! e’ vero, un po’ adesso li ricordano anche a me! 😀 ma prima devo lavorare sodo sulla spiga 😀

Reply
Tatiana 24 Febbraio 2017 - 12:00

Il sole lo aspetto anch’io con ansia e invece si passa dalla pioggia alla nebbia o alla bora che, pur ripulendo tutto, ti gela sin nelle ossa… un piatto verde è quello che ci vuole e già stamani ci stavo pensando mentre osservavo un bellissimo pesto pubblicato da un’amica, è proprio di verde che ho bisogno! Vedere questi ravioloni è una delizia, anche se sempre di più mi stupisci nel tuo non far dolci da più di un post, ahahah!!! (Con le patate le ciambelline sono buonissime, eh? 🙂 )!
Un bacione.

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:22

sei sempre un tesoro tati! il prossimo post sarà dolce allora, non vorrei mai scontentarti 😉

Reply
Milena 24 Febbraio 2017 - 15:13

…spero che il piatto di abbia aiutato a creare qualche ombra buona…

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:22

sì mile, ci è riuscito <3 grazie mille sei gentilissima

Reply
sabrina 24 Febbraio 2017 - 17:08

Un piatto meraviglioso nei colori e nei sapori!
Spero abbia aiutato a creare qualche ombra buona, anche se con lei accanto, ci sarà sempre il sole accanto a te
Ti abbraccio forte

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:25

sabrina grazie infinite per questo tuo commento. sei stata molto molto gentile, davvero.
sì, il sole ieri è arrivato in casa..lei me lo ha portato di prima mattina, con un sorriso e un abbraccino carico di affetto…

Reply
edvige 24 Febbraio 2017 - 17:39

Molto buoni da faee buona fine settimana.

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:26

<3 grazie!!!!

Reply
zia consu 25 Febbraio 2017 - 10:01

Questo si che è un bel modo di portare il sole in tavola 🙂 Questo meraviglioso piatto scaccia le nuvolette cattive anche dai pensieri ❤️

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:26

è vero, ci è riuscito…. <3 grazie cara

Reply
Silvia Brisi 25 Febbraio 2017 - 12:07

Stai tranquilla tesoro, le tue ombre schiariranno presto, ce la farai a fare tutto e bene, ne sono certa!!
Questi ravioli sono speciali, perfetti e deliziosi!
Un bacione cara, fuori qui c’è un bel sole, spero anche da te e che ti accompagni a d alleggerire la tua inquietudine!

Reply
Elena Levati 26 Febbraio 2017 - 05:27

sei un tesoro vero silvia. ti ringrazio moltissimo e ti mando un sorriso oggi, un sorriso luminoso.. ieri lei mi ha portato tanto sole…<3

Reply
Claudia 26 Febbraio 2017 - 14:26

Attendo il sole anche io come te… Buonissimi questi ravioli… interessante l’impasto..baci e buona domenica!!! 😀

Reply
Elena Levati 27 Febbraio 2017 - 02:22

grazie Claudia! bacini

Reply
Francesca 26 Febbraio 2017 - 23:26

Avevo visto già la foto altrove e non vedevo l’ora di venire qui a commentare e lasciarti un abbraccio, anche perchè la forma del raviolo da sempre mi fa pensare a questo: ad una stretta avvolgente! Il sole arriverà presto, tu fissa il tuo piatto e fa capolino, lo senti? C’è anche il rosso dell’amore che hai per la tua bimba e la tua famiglia, che è la vera forza che combatte ogni nube, ogni assenza e ogni attesa…
Un bacio grande, a te che il sole lo hai nel sorriso! :*

Reply
Elena Levati 27 Febbraio 2017 - 02:26

è vero, questa immagine del raviolo come abbraccio avvolgente è quanto mai realistica e mi ricordo che già una volta me lo avevi detto e che, allora come adesso, mi ero invaghita di questa tua descrizione e avevo pensato a quanto i tuoi occhi siano capaci di vedere poesia.
Il sole è arrivato sabato mattina sai? Dopo 2 settimane particolarmente difficili, lei ha rubato un raggio di sole e me lo ha regalato, con una naturalezza e una delicatezza che non ha eguali. E mi sono ricaricata in quel cielo sereno e ho detto grazie.
Oggi grazie, un grazie col cuore, lo dico anche a te che sei sempre così gentile e semre così capace di leggermi.
a te un abbraccio grandissimo, come uno dei ravioli meglio riusciti di sempre <3

Reply
Serena 27 Febbraio 2017 - 01:33

Ad ogni notte segue il giorni e all’ombra la luce resta fiduciosa e presto arriverà a confortati come questo avvolgente raviolo che sa di buono e mette il sole dentro. Sono venuti proprio belli p vero che la cucina scaccia le ombre ed i tristi pensieri facendo tornare il sorriso spero sia stato così per te dolcezza fatta persona e anima bella. Ti stringo in un abbraccio

Reply
Elena Levati 27 Febbraio 2017 - 02:29

grazie per le tue dolci parole Serena. Sì, il sole è arrivato in questo fine settimana: me lo ha regalato lei, insieme ad un sorriso.
Grazie di cuore, sei sempre così attenta e cara! un bacio a te

Reply
sandwich di biscotti 27 Febbraio 2017 - 03:02

[…] L’ho cercato… E alla fine il sole l’ho trovato. […]

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: