Waffle di farro al miele (senza zucchero)

by Elena Levati

E’ ancora buio fuori, la notte non ha ancora lasciato posto al giorno e un profondo silenzio riempie ora la nostra piccola casa.

Prima che tu nascessi il silenzio è sempre stato un grande amico sia mio che di papà: è sempre stato non un vuoto da riempire che crea imbarazzo e si cerca di evitare, come spesso accade, ma un luogo-non luogo da noi sempre ricercato. La pace riflessiva, la calma contemplativa che talvolta può donare il silenzio è quanto di più importante e bello si possa ricevere in una vita che, te ne accorgerai piano piano, sarà sempre dominata dal suono. Un suono che a volte è solo rumore, a volte è musica, a volte è vita frenetica, a volte è corsa, a volte camminata, a volte è chiacchiera, a volte è voce, a volte è grido, a volte sussurro.

Il suono sempre ci sarà. Il silenzio, quello invece, richiede di essere ascoltato, richiederà la tua attenzione e la tua capacità di cogliere i particolari minuziosi che lo rendono così speciale.

Da quando sei nata tu, che vivi di suoni e che hai rivoluzionato il nostro tempo e il nostro spazio, il silenzio si è un po’ fatto da parte, per lasciare libero spazio di azione alle tue modalità espressive.

Questa notte, che non è più notte, il suono delle tue necessità mi ha tenuta sveglia a lungo e ora, mentre tu ti sei addormentata, cedendo a quel sonno che ti voleva prendere con sè già diverse ore fa, io ho sentito il silenzio.
E mi sono accorta che un po’ mi era mancato. Sono stata ad ascoltarlo: mi ha detto tante cose belle su di te, su come stai crescendo, sulle capacità che pian piano stai sviluppando e sul caratterino che stai definendo.

Poi mi ha parlato in un orecchio e mi ha suggerito che sarebbe stato il momento giusto per fare una piccola sorpresa al tuo papà. E un dolcino per una colazione speciale è proprio la piccola sorpresa perfetta.

Ho scelto dei waffle questa mattina per darci il buongiorno, croccantissimi fuori e morbidi dentro, profumati di farro, addolciti dal miele e ingolositi da qualche pezzetto di cioccolato.

E allora buongiorno giorno che sta per arrivare, buongiorno Ludovica e buongiorno amore mio.

WAFFLE DI FARRO AL MIELE (SENZA ZUCCHERO)


Deliziosi dolcetti da colazione tipici del Belgio, in una versione senza zucchero, con solo miele di castagno, un po’ di farina di farro e scaglie di cioccolato fondente.


Livello: facile Tempo: 10 min + 6 min cottura Dosi: 6 waffle

Ingredienti:

  • 380 gr latte

  • 30 gr burro

  • 2 uova medie

  • 150 gr farina di farro

  • 100 gr farina 0

  • 50 gr miele di castagno (per me Rigoni di Asiago) sostituibile con altra tipologia di miele – acacia o millefiori per esempio- per un sapore meno marcato e più delicato.

  • 8 gr lievito per dolci

  • 1 pizzico sale

  • 2 cucchiai scaglie di cioccolato fondente

Procedimento:

  1. Riunite in un pentolino il latte, il burro e il miele: ponete sul fuoco e fate scaldare affinchè il burro si fonda. Fate intiepidire.

  2. Riunite in una ciotola le farina, il sale, il lievito e le scaglie di cioccolato: mescolate.

  3. Fate scaldare bene la griglia per waffle ed ungetela.

  4. Versate il mix di burro, latte e miele nella ciotola con la farina e mescolate con una frusta a mano per amalgamare bene la pastella.

  5. Mettete un mestolo di pastella in ogni cavità della griglia e ponete sul fuoco facendo cuocere 3 minuti esatti per lato.

  6. Servite i waffle caldi e croccanti con miele fluido o sciroppo.

41 comments

sara 31 Maggio 2016 - 07:33

Che buoni i waffle! Mi piace l’idea di usare la farina di farro!

Reply
Elena Levati 31 Maggio 2016 - 08:50

grazie!!! 🙂

Reply
Tatiana 31 Maggio 2016 - 08:22

Ciao cuochina della notte! Quello che più mi sorprende di te è come tu riesca a prendere ogni momento con delicatezza e poesia, mentre quando il mio cucciolo era piccolo io ero isterica e perennemente esausta (e sì che non mi ha mai tenuta sveglia una notte)!
Apprezzo moltissimo i tuoi waffles, cosa che da quando ho la piastra non ho mai preparato 🙂 Chissà sia la volta buona che mi ci metta… ci ho provato una volta soltanto e non mi hanno soddisfatta nemmeno un po’…
Un bacione 🙂

Reply
Elena Levati 31 Maggio 2016 - 08:51

buongiorno Tati!! grazie per il tuo pensiero, il primo del mattino! 🙂
prova, anzi, riprova: sono sicura che sarà la volta buona! 😉

Reply
Erica Di Paolo 31 Maggio 2016 - 08:35

Favoloso il suono pieno del silenzio. Bellissimo pensiero di risveglio speciale ? Splendida tu!
E i tuoi waffel….delicatamente goduriosi.
Un bacetto Elena.

Reply
lisa fregosi 31 Maggio 2016 - 08:43

Che meraviglia!
Vengo a fare colazione da te stamattina!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:49

Io ti aspettavo eh…. ?

Reply
tizi 31 Maggio 2016 - 09:13

questa versione dei waffle mi ispira un sacco! deve essere proprio bello svegliarsi al mattino, godersi un po’ di prezioso silenzio e tranquillità e godersi queste delizie!
un abbraccio cara, a presto!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:48

?

Reply
mimma morana 31 Maggio 2016 - 09:27

devo assolutamente provarli!! ho tutto e questa idea è stupenda!! bravissima!!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:48

Grazie infinite!! Scusa per il ritardo… ?

Reply
Laura e Sara Pancettabistrot 31 Maggio 2016 - 10:08

Che dolcezza Elena!Quanto sono fortunati ad averti? Una colazione speciale, preparata in silenzio nel cuore della notte che sta per diventare giorno…esiste qualcosa di più dolce?!
Bellissimi e buonissimi questi waffle!
Un bacione a te e alla piccola:)

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:47

Grazie mille ragazze ?

Reply
ricettevegolose 31 Maggio 2016 - 10:25

Ma dove trovi le energie per essere una mamma meravigliosa, scrivere queste pagine che fanno sciogliere il cuore e cucinare questi piatti che contribuiscono a fare altrettanto? Sei proprio una donna speciale… e questo lo sapevo già <3 Un bacione :*

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:47

Mi fai arrossire e mi addolcisci il cuore ? grazie amica mia cara

Reply
Mila 31 Maggio 2016 - 11:39

Come capisco quel silenzio che mi manca da morire!!!!
Mi piacciono i tuoi waffle bravissima

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:45

Grazie mila cara

Reply
zia Consu 31 Maggio 2016 - 12:19

Quanta dolcezza nelle tue parole…sei una super mamma ^_^

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:44

Magari ci fosse davvero un costume da super mamma carissima amica mia… ma tu come ogni volta mi riempi il cuore con i tuoi pensieri per noi ?

Reply
giovanna 31 Maggio 2016 - 15:44

che delizie!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:43

Grazie cara Giovanna

Reply
Claudia 31 Maggio 2016 - 16:04

Ma si dai.. meglio la caciara di un bimbo no??? :-DDDD sei sempre dolcissima nello scrivere le tue emozioni.. Ti abbraccio e rubo i waffle.. ammazza come son belli. perfetti.. golosi! un bacione

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:43

Ricambio l’abbraccio e ti vengo a trovare ?

Reply
Milena 31 Maggio 2016 - 16:15

…un pensiero dolcissimo…come te!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:41

Reply
Fabio 31 Maggio 2016 - 17:35

Ormai siamo talmente abituati ai suoni e ai rumori che il silenzio assoluto abbiamo dimenticato cos’è. E quando l’ho potuto “riascoltare” è stata una sensazione bellissima che mi porto dentro.
Però la vita è anche suoni, profumi, come quelli sprigionati da una cucina dove di primo mattino si imbastisce una golosa colazione.

Fabio

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:42

Grazie per il tuo pensiero fabio ❤ davvero

Reply
Pattipatti 31 Maggio 2016 - 18:23

Elena i ola tua piccolina la mangerei di baci… è una rosa, stupenda e leggera… La vita con un bambino rivoluziona tutto il nostro essere, hai ragione! Questi waffle deliziosi? Ne parliamo davanti ad una tazza di latte caldo?
Un bascione dolcezza!!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:41

????????

Reply
Silvia Brisi 31 Maggio 2016 - 20:50

Che delizia questa colazione al sapore di miele, e hai fatto davvero una bella sorpresa al papà, le coccole tra voi ci vogliono sempre, quando si può, quando la piccola le concede!! Un abbraccio Elena!!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:40

I momenti per noi ho cercato sempre fin dall’inizio di non tralasciarli mai… hanno assunto una forma diversa,ma sono necessari davvero ?

Reply
Elisa 1 Giugno 2016 - 09:50

Elena che bello questo post e che buoni questi waffle!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:38

Grazie carissima

Reply
Vale 1 Giugno 2016 - 13:07

mi devo davvero decidere ad acquistare gli stampi per fare i waffle, più volte richiesti dai miei ragazzi!, con la tua ricetta sarebbero davvero perfetti per un’ ottima colazione!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:38

Grazie vale! Anche io ci ho messo un bel po’ma alla fine la griglia è arrivata e da allora sono waffle dipendente ?

Reply
ipasticciditerry 2 Giugno 2016 - 09:36

Anche io adoro il suono del silenzio … mi piace e mi ricarica. A volte ne sento proprio il bisogno. Tu sei un animo dolce e tenero e tutto l’amore che è in te riesci benissimo a metterlo nero su bianco e io mi commuovo, ogni volta che ti leggo. Buongiorno Zuccherino di zia, questi waffle, oltre a essere buoni di loro, sono anche pieni d’amore. Cerca di dormire però … approfitta di quando Ludo dorme per fare altrettanto. Altrimenti la giornata è lunga e lei richiede tutta la tua attenzione. Vi abbraccio forte forte

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:36

Sei un amore di zia tu e mi piacerebbe moltissimo vederti e presentarti la picci…

Reply
Sonia 7 Giugno 2016 - 19:57

che papà fortunello! baci bedda!

Reply
Elena Levati 9 Giugno 2016 - 06:34

?

Reply
crema spalmabile pistacchi e cioccolato 21 Aprile 2017 - 03:28

[…] utilizzarla per riempire delle crepes, per accompagnare dei pancakes, per colmare gli alveoli dei waffle, per guarnire una mousse di ricotta montata… o, per non farsi mancare nulla, potreste anche […]

Reply
torta norvegese al cioccolato 13 Luglio 2019 - 07:00

[…] per incontrare le migliori colazioni dal mondo da preparare in casa e allora, accanto ai beneamati waffles e alla golosissima furbata della mug cake, oggi inserisco un altro dolce da colazione che […]

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: