Chi mi conosce sa che io non sono propriamente “una piaciona” , che non dispenso complimenti con facilità e leggerezza, ma che al contrario sono sempre molto calibrata e cerco di dare il giusto peso alle mie parole.

Ora, se così stanno le cose, se vi dico che ieri sera ho mangiato uno dei risotti più buoni di tutta la mia vita e uno dei piatti di carne più morbidi e scioglievoli al palato che abbia mai provato, mi credete?

Ok, per chi avesse ancora qualche dubbio, arrivo subito a sgomberare il campo dall’incredulità dicendovi che “mi è piaciuto vincere facile” perchè quel risotto e quel piatto di carne, insieme ad un antipasto affascinante e un dolce sopraffino, sono stati creati dalle mani dello chef stellato Tommaso Arrigoni!!!

Ma se vi dico anche che il filo conduttore di tutto il menù è stata l’acqua c’è davvero da prendere appunti! 🙂

Ieri sera infatti in una location intima e accogliente, si è tenuto l’evento HAVING FUN IN THE KITCHEN a cura di Brita, azienda specializzata nella produzione di caraffe filtrati per l’acqua. La serata si è tutta giocata sulla creazione di un intero menù studiato da Tommaso Arrigoni che vedeva come filo rosso proprio l’acqua filtrata a dimostrazione di come le materie prime siano importanti e, prima fra tutte, l’acqua.

L’acqua filtrata è così entrata nell’Antipasto come base per la salamoia di lemongrass e rosmarino in cui marinare le capesante, servite con una purea di avocado al rafano e sfoglie di asparagi crudi.

Ma il mio cuore è stato rapito dal Primo: un risotto dove l’acqua filtrata, impreziosita da una stecca di vaniglia, è andata a sostituire il brodo! E, a proposito di risotto, da sottolineare a caratteri cubitali il fatto che il soffritto non si fa! Tommaso ritiene infatti che il soffritto vada ad appesantire il risotto sia in termini di gusto, andando a coprire il sapore reale degli ingredienti che decidiamo di utilizzare che non vengono giustamente valorizzati, sia in termini di digeribilità finale del piatto.

“Bene” penso io, che cerco tendenzialmente di limitare l’uso di grassi in cucina se non sono strettamente necessari! Mi dico “Va che bello! Se anche uno chef stellato mi dice che il soffritto non serve, sono a cavallo!” E devo anche dire che uno dei primi pensieri è stato di comunicarlo prontamente e con fierezza a mio papà, che da anni mi critica incessantemente su questo punto in particolare!!

Ma… ingenua Elenina che non sei altro! L’attentato alla leggerezza è dietro l’angolo e ha la forma morbida e sinuosa di un panetto di burro che viene fatto scivolare nella casseruola del risotto con una leggiadria e una nonchalance tale da lasciare attoniti!!

Ma vi assicuro (e faccio anche Giurin, Giuretta) che quel risotto vale tutto quel miliardo e mezzo di calorie che sono andate direttamente a sedersi sul mio fondoschiena senza passare neanche per lo stomaco! Quel risotto, punteggiato da centinaia di semini di vaniglia come fosse un dipinto, accoglie con delicatezza delle fave e dei piselli (entrambi privati della pellicina!!!! O_O) croccanti e verdissimi, rigorosamente all’onda, impiattato a far da morbida base per una squisita quenelle di burrata. Una poesia!

Delle meravigliose, davvero meravigliose, costolette di agnello cotte a bassa temperatura e solo rifinite in padella con aromi e burro chiarificato, come Secondo. L’acqua dove stava in questo caso? Nella delicatissima crema all’acqua di mandorle e miele che andava a completare il piatto insieme a delle deliziose melanzane al forno e fave di cacao. <3 <3

E arriviamo alla nota di chiusura, al lato Dolce della serata: un sopraffino tortino di cioccolato senza farina, alle nocciole, accompagnato da una salsa leggera e golosa di cacao e acqua e completato da un freschissimo e profumato sorbetto al mango. Una sinfonia unica!

Ridendo e scherzando, ma soprattutto mangiando, siamo arrivati ai saluti! Voglio ringraziare ancora una volta Francesca e tutto lo staff di Brita per avermi invitata a questa bellissima e interessantissima serata e anche per avermi fatto estendere la partecipazione alla mia carissima “Zia Terry” che, da brava food blogger, non si è risparmiata dai fornelli nemmeno ieri sera, aiutando Tommaso nella preparazione del risotto . E forse è anche perchè ci ha messo mano lei che mi è rimasto nel cuore 😉

… però dai, il mio grembiulino lo avevo anche io e l’ho “onorato”… tagliando l’avocado! 😀 Direte poco, ma come la fai se no la purea al rafano??

Per inciso, credo di non aver mai tagliato peggio un avocado in vita mia!!! E sembro anche concentratissima 😀

39 comments

Marghe 23 Aprile 2015 - 12:27

Lui è proprio simpatico, l’ho conosciuto a un evento ed è stato carinissimo!
Quel risotto, con piselli e fave, sarebbe la morte mia, burro compreso 😀
Un bacino e buona giornata stella!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:58

😀 hihihihi

Reply
martina 23 Aprile 2015 - 12:31

La persone più gentile, delicata e femminile nel taglio dell’avocado!!!! Sono felicissima per te 🙂
ps: guarda che tutte queste cosine sull’acqua sono davvero una gran FIG…TA … e scusa il francesismo 😉
Un abbraccio

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:58

Figata unica 😀 sei un tesoro!!

Reply
Morena 23 Aprile 2015 - 12:58

Interessante serata, quelle costolette di agnello saranno squisite! Ah ma non ti avevo riconosciuta con il diverso colore dei capelli. 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 23 Aprile 2015 - 13:27

Ma non ho cambiato colore 😀

Reply
Morena 25 Aprile 2015 - 05:36

Ah nooo?! Eppure sembri diversa… rispetto a quando ti ho incontrata è cambiato qualcosa, forse il taglio dei capelli. 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 08:09

eheh sì i capelli ho dovuto tagliarli per dei problemini… ma il colore è sempre quello solo che da mossi, non so perchè, sembrano più scuri!

Reply
Kappa Giulia 23 Aprile 2015 - 13:07

wow che meraviglia di piatti! lui è un portento! è bravissimo!! ancora grazie per la bella proposta che mi avevi fatto su questa serata! ti abbraccio a molto molto presto!!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:57

Figurati cara sapevo ti sarebbe piaciuto

Reply
Cristina 23 Aprile 2015 - 13:26

Io è una vita che faccio il risotto senza soffritto ma non l’ho mai detto a nessuno (tranne ai miei amici che godono dei miei risotti a cena) perchè temevo di essere eretica. Fantastico tutto il menù. Il dolce mi attira tantissimo

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:56

Grande!! Io invece mi sono sempre beccata accuse 🙂

Reply
edvige 23 Aprile 2015 - 13:52

Molto interessante il menu deve essere stato fantastico…dai che sei bellissima e molto professionale….:-))
Buona giornata ciaooo.

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:56

Sei troppo carina tu 🙂

Reply
ipasticciditerry 23 Aprile 2015 - 14:25

Che bel post e che foto stupende sei riuscita a tirar fuori (considerando la luce pessima che c’era nel locale) ma come fai? Io non sono proprio capace a fotografare, ormai è un dato di fatto!! Tesoro grazie per l’invito a te e a Francesca che ha acconsentito. Bellissimo post e bellissimo è stato conoscerti e abbracciarti di persona. ♥

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:55

Ahahah ma va là zia terry!! Grazie ancora <3

Reply
veronica 23 Aprile 2015 - 15:13

Che bella esperienza deve essere stata e il menù …….. Avevo gli occhi a stelline. Grazie cara per il bel reportage <3

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:54

Non ti dico io come li avevo quando l’ho mangiato tutto

Reply
Miu Mia 23 Aprile 2015 - 16:44

Elenina ma che bella sei? 😀
Dai che sono certa che se non avessi tagliato tu quell’avocado il piatto non avrebbe riscontrato il successo che invece ha avuto! 😉
Complimenti per ipiatti e per averci raccontato di questa serata così invitante!
Ma dimmi che presto vedremo su questi schermi quel risottino! 😀

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:54

Certo che lo vedrete ma i piselli non li pelo pero 😛 ps: grazie amica mia, ma lo so che menti 😀 😀

Reply
silviabrisigotti 23 Aprile 2015 - 17:17

Allora al prossimo risotto il soffritto non ce lo metto!! Bellissima serata piena di cose interessanti e buonissime!!
Brave a te e alla mitica Terry!!
Un bacione!!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:52

Certo!!! 😉

Reply
ricettevegolose 23 Aprile 2015 - 21:09

Esperienza curiosa e molto, molto interessante 🙂 E tu che tagli l’avocado, un misto tra chef professionista e ragazza carinissima <3

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:52

E tu sei un tesoro<3

Reply
Fabiola 23 Aprile 2015 - 21:50

Quante belle “dritte” da questo tuo racconto! Ma la cosa che mi ha sconvolto di più è la pellicina dei pisellini del risotto…aiutoooooooooo, meglio tagliare l’avocado. ?

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:52

Ahaha anche a me!!.:-D

Reply
Canditi metodo Marcella e #Watercooking - I pasticci di Terry 23 Aprile 2015 - 23:38

[…] sera sono stata con il mio Zuccherino al Having fun in the kitchen, evento organizzato da Brita, la famosa azienda delle caraffe […]

Reply
Alice 24 Aprile 2015 - 07:20

Davvero molto bello questo post…..e il risotto solo a parlarne mi viene l’acquolina! Non è che riusciresti a darmi la ricetta?, mi piacerebbe provare a farlo 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:51

Certo! Mandami una mail cosi te lo scrivo per bene ok?

Reply
Alice 25 Aprile 2015 - 17:54

Grazie!! Ti scrivo subito 😉

Reply
frelis77 24 Aprile 2015 - 08:11

Bellissima serata! mi hai fatto assaporare i piatti solo descrivendomeli!
Grazie!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:50

🙂

Reply
Mila 24 Aprile 2015 - 08:41

Mi sono incantanta nella lettura minuziosa di quel risotto!!! Ecco potevo passare dal primo al dolce senza passare per il secondo!!!
Buon week end

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:50

😀

Reply
http://www.lapetitecasserole.com 24 Aprile 2015 - 21:58

Che bellezza Elena!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 25 Aprile 2015 - 15:50

È stata proprio una bella bella serata 🙂

Reply
Vale 27 Aprile 2015 - 08:12

un bellissimo post a testimoniare una bella esperienza 🙂
e ….bellissima tu! Baci

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 1 Maggio 2015 - 07:47

<3

Reply
Riciclare in cucina: gnocchi di ricotta e fave | Con Un Poco Di Zucchero 27 Aprile 2015 - 14:33

[…] consideriamo il fatto che per quel risotto meraviglioso che ho avuto l’onore di mangiare mercoledì scorso, lui ha tolto la pellicina non solo alle […]

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: