Per “Ricette a risparmio energetico”: Linguine al Tè verde

by Elena Levati
Chi di voi già mi conosce sa quanto io, in particolar modo negli ultimi anni, abbia sviluppato una spiccata sensibilità ed attenzione nei confronti dell’ambiente circostante, che mi ha portata a guardare con un particolare occhio di riguardo a temi legati alla riduzione dei consumi e dei rifiuti, al risparmio energetico, alla responsabilità del consum-attore, agli acquisti a km zero, ai GAS, ecc.. (non a caso ho dedicato la mia tesi proprio a questo argomento)!
Oggi,in particolare, mi sento di dare il mio contributo all’ambiente proponendo questa ricetta, con cui partecipo all’iniziativa lanciata da Pasticci e Pasticcini dal titolo RICETTE A RISPARMIO ENERGETICO. Questa iniziativa si va ad inserire in una campagna più ampia dedicata al risparmio energetico lanciata dal programma Caterpillar di Radio 2 M’ILLUMINO DI MENO.
Il ricettario  raccoglierà tutte quelle ricette che utilizzeranno dei criteri di risparmio energetico per dare, ognuno nel proprio piccolo, un contributo alla campagna del 13 febbraio.
Perchè le mie linguine sono a risparmio energetico?
  1. Innanzitutto ho pensato ad una ricetta abbastanza sostanziosa che possa fungere da piatto unico, così da avere un risparmio all’origine preparando una sola portata.
  2. In secondo luogo ho voluto pensare ad una preparazione che non richiede l’uso del forno, che fa capolino tra gli elettrodomestici ad elevato consumo energetico!
  3. Abolito in fornoa favore del fornello, ho poi usato per tutta la ricetta un solo fuoco e, per ridurre ulteriormente i tempi, ho utilizzato il metodo della cottura a castello.
  4. In ultimo, ma qui soprattutto si va a sottolineare la possibilità di un riutilizzo degli stessi liquidi di cottura per diverse preparazioni, ho cotto sia le code di mazzancolle che la pasta nello stessa acqua.
Ci ho messo un po’ di tempo prima di partorire questa ricetta, perchè ci tenevo a proporre un piatto sì veloce e semplice, ma anche particolare-Per fortuna ho una cavia fantastica, che non smetterò mai di ringraziare, che con gioia attende l’assaggio dei miei esperimenti rinnovandomi sempre la sua  fiducia per me essenziale!
Le dosi sono per due persone… non a caso… sarà perchè, mai come in questa occasione, sarà appropriata una bella cenetta a lume di candela?

LINGUINE AL TE’ VERDE


Livello: facile Tempo: 30 minuti Dosi: 2 persone


Ingredienti:

  • 150 gr pasta tipo linguine o bavette,
  • 200 gr code di mazzancolle fresche,
  • 1,5 lt di acqua,
  • 3 bustine di tè verde,
  • 1/2 bicchiere di vino bianco,
  • 1 scalogno,
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • sale, pepe
  • prezzemolo.

Preparazione:

  1. Sgusciate a crudo le code di mazzancolle e tenetele da parte.
  2. Pulite lo scalogno e tagliatelo a rondelle sottilissime che metterete in una padella antiaderente con l’olio.
  3. Mettete in una pentolal’acqua, ponetelasulfuoco, appoggiatevi sopra la padella con lo scalogno, chiusa da un coperchio e attendete il bollore.
  4. Mettete quindi in infusione, fuori dal fuoco, le 3 bustine di tè verde per 4 minuti e, nel frattempo, ultimate la cottura dello scalogno sulla fiamma viva.
  5. Rimettete la pentolasulfuoco, togliete le bustine di tè e immergetevi le code di mazzancolle per 5 minuti (in questiminutirimettetesempre la padella con lo scalognocoperta sopra la pantola in modo che si mantenga la temperatura).
  6. Scolate le code con la schiumarola su un tagliere e mettete a cuocere le linguine neltè verde con l’aggiunta di un pugno di sale grosso.
  7. Nel frattempo riducete 2/3 delle code a pezzettini piccolissimi con l’aiuto della mezzaluna,  riunite tutto nella padella con lo scalogno, mettetela sulla pentola con la pasta, salate, pepate e aggiungete il mezzo bicchiere di vino bianco e un mestolino di tè.
  8. Togliete dal fuoco la pentola con la pasta due minuti prima del tempo indicativo di cottura e lasciate concludere la cottura nel tè fuori dal fuco. Questi due minuti vi permetteranno di porre su fiamma viva la padella con le code di mazzancolle in modo da far ridurre il liquido.
  9. Scolate la pasta, conditela con il sughetto preparato, aggiustate di sale e pepe se necessario, completate con una generosa tritata di prezzemolo fresco e, a piacere, condire con un velo di olio crudo.

5 comments

Fiofiò 10 Febbraio 2009 - 10:39

Ciao tesorina che bella ricettina, davvero molto originale 🙂

Bravaaaa

Reply
conunpocodizucchero 10 Febbraio 2009 - 10:47

Grazie Fiofiò! Credo sia carino provarla, perchè il tè verde non ha un sapore troppo forte o coprente e quindi ben si adatta al gusto delle code di mazzancolle creando un picevole retrogusto che lascia, chi è ignaro, con un’espressione di stupore e di curiosità…! “chissà che ci hai messo…un’erba?” “No”. “una spezia?” “no”. un vino particolare?” .”No”. “e che cosa allora?”. “Tè verde”. ” Tè verde?????”….. eh eh

Reply
evelyne 10 Febbraio 2009 - 15:22

geniale, semplicemente geniale ed intrigante! come ti dicevo anche di là mi state mettendo in crisi…. stanno arrivando ricette moooolto belle! la proverò di sicuro!

Reply
pippo 5 Febbraio 2010 - 16:25

alla faccia del risparmio energetico!
va bene per le mazzancolle, ma il tea verde non è che sia proprio un prodotto autoctono!

per farlo arrivare fino a casa ns. ce ne vogliono di km, e kg di CO2 e imballaggi, etc etc

Reply
con un poco di zucchero 9 Febbraio 2010 - 14:41

caro pippo, hai ragione. Sicuramente non ho calcolato il risprmio energetico nella scelta del tè verde, ma è anche vero che la mia ricetta voleva essere a risparmio energetico e non ad impatto zero… diciamo che però mi sono impegnata a non sprecare energia anche perchè ho usato solo ingredienti che avevo in casa!
sono scusata?

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: