Crostata leggera d’autunno

by Elena Levati

Ed eccoci qui, eccomi qui, di nuovo davanti a questo schermo, a mettere un altro mattoncino alla mia casa virtuale fatta di ricette e di parole, seduta ad un nuovo tavolo, nella mia nuova casa, questa volta reale, ma fatta solo di amore.

Perchè è l’amore che ci ha fatto prendere un volo di sola andata, l’amore che ha preparato i nostri bagagli, l’amore che ha impacchettato piatti, bicchieri ed elettrodomestici, l’amore che ha messo in valigia i nostri vestiti e riposto nella tasca interna le chiavi di casa… di quella che sarà sempre la nostra casa: piccola e scomoda, a tratti quasi buffa; la casa dove ho giocato a tetris per incastrare tutto e dove i millimetri sono stati il metro di misura della nostra quotidianità.

Se l’amore ha impacchettato, è la tenacia che ha spacchettato quegli stessi scatoloni e ora, mista a un po’ di sano timore, ci vede qui, a guardarci negli occhi senza bisogno di parlare perchè sappiamo benissimo che nella testa di entrambi c’è la stessa domanda: avremo fatto la scelta giusta?

Ma siamo insieme e Ludovica ha sempre quel meraviglioso sorriso sul viso che rispecchia quello stampato nel suo cuoricino. E allora ci facciamo una risata sonora, in risposta a quella domanda-non domanda.

E sì, cavolo, siamo davvero qui!

Questa crostata l’ho preparata insieme a Ludovica appena prima di partire dall’Italia e, non a caso, ho deciso di pubblicarla come prima ricetta dal nostro arrivo: è un po’ come accogliervi tutti in quella che è ora la nostra nuova casa, farvi accomodare sul divano, porgervi una tazza di tè con una mano e con l’altra offrirvi il piattino da dolce con una fetta di torta.

Mi piace moltissimo l’idea di condividere con voi un pezzetto di noi, portando dall’Italia questa crostata per assaporarla insieme sotto il cielo spagnolo.

La ricetta è a misura di bambino e a portata di bambino (infatti l’impasto si prepara in una ciotola), ma anche pensato per gli adulti: questa crostata autunnale, infatti, è golosa e appaga la voglia di dolce, nonostante la sua leggerezza. Ideale per la colazione di tutta la famiglia, per una merenda speciale, buona e sana e per un dopo cena senza colpe!

La base di pasta frolla vegana, senza burro e senza uova, accoglie una composta di frutti rossi essiccati (noi abbiamo usato un misto di cranberry, bacche di goji, mirtilli e ciliegie), fichi secchi e arancia candita, senza zuccheri aggiunti perchè dolcificata solo con il miele (io ho scelto un delizioso miele siciliano di agrumi per richiamare la scorza di limone grattugiata nell’impasto della frolla e le arance candite della composta).

…Quando si dice: beccata con le mani nella marmellata! O meglio, nella composta!

Bastano questi scatti alla ladruncola di casa per convincervi che è giunto il momento di accendere il forno? Vi ricordo che lei è stata svezzata a risotto ai pistacchi, quindi se ne intende di cose buone! 😉

CROSTATA LEGGERA D’AUTUNNO

 Livello: facile Tempo: + cottura Dosi: 4 persone

Ingredienti:

  • Per la pasta frolla vegana senza burro e senza uova: 100 g farina 00, 100 g farina di riso, 50 g farina di soia, 100 g zucchero di canna integrale, 80 g acqua, 60 g olio di semi, 5 g lievito vanigliato per dolci, scorza di 1 arancia grattugiata (limone in alternativa).
  • Per la composta di frutta essiccata al miele: 425 gr frutti rossi essiccati misti (bacche di goji, mirtilli, ciliegie, cranberry), 30 gr fichi secchi, 30 gr arancia candita, 50 gr miele di agrumi (per me Amodeo Carlo),150 gr acqua.
  • Per completare: 50 gr granella di nocciole

Procedimento:

  1. Preparate la composta: tritate grossolanamente i frutti rossi e versateli in un tegame. Tritate finemente i fichi secchi insieme all’arancia candita e versate anch’essi nel tegame. Sciogliete il miele nell’acqua, versatela nel tegame, mescolate e portate sul fuoco.
  2. Fate raggiungere il bollore, abbassate la fiamma e fate cuocere per 20-30 minuti.
  3. Nel frattempo preparate la pasta frolla vegana: miscelate in una ciotola l’olio e l’acqua.
  4. In un’altra ciotola versate le farine, il lievito, lo zucchero e la scorza di arancia. Mescolate con una frusta per sciogliere i grumi.
  5. Versate questo mix a poco a poco nella ciotola con i liquidi mescolando con una frusta in modo da ottenere un impasto amalgamato. Trasferitevi sul piano da lavoro e terminate di preparare la frolla impastando con le mani.
  6. Formate una palla, avvolgetela in pellicola e fate riposare per 20 minuti a temperatura ambiente.
  7. Passate la composta brevemente con il frullatore ad immersione in modo da omogeneizzarla un poco, tuttavia senza renderla completamente liscia.
  8. Accendete il forno a 180°C.
  9. Oliate e infarinate uno stampo da crostate di 22 cm, stendete la pasta frolla in un disco sottile sul tavolo infarinato e usatela per foderare il fondo e i bordi dello stampo. Impastate i ritagli e usateli per formare dei biscottini di decorazione (noi abbiamo fatto delle palline e dei funghetti per stare in tema autunnale).
  10. Bucherellate il fondo con una forchetta, coprite con un abbondante strato di composta al miele e con le nocciole.
  11. Decorate a piacere con i biscottini e infornate nella parte centrale del forno per 35 minuti. Fate raffreddare e servite.
Note:
  • Con le dosi indicate otterrete più composta di quella necessaria per la crostata e, quindi, potete conservare quella in eccesso in un vasetto per le colazioni dei giorni successivi.
  • Per conservarla al meglio, procedete in questo modo: versate la composta ancora bollente in un vasetto sterilizzato, chiudete con la capsula, ribaltatelo e fatelo raffreddare. Immergete quindi il vasetto in una pentola, copritelo completamente con acqua e mettete sul fuoco: fate cuocere per 25 minuti dal bollore. Spegnete e fate raffreddare nell’acqua.

NO BUTTER AND NO EGGS TART WITH DRIED RED FRUITS COMPOTE


Level: easy Time: 30 mins + 1 hour baking Serves: 4 pp


Ingredients:

  • Vegan shortcrust pastry: 100 g white flour, 100 g rice flour, 50 g soy flour, 100 g brown sugar, 80 g water, 60 g seeds oil, 5 g vanilla baking powder, 1 grated orange (or lemon) rind.
  • Dried red fruits compote: 425 g mix of dried red fruits (goji berry, blueberry, cherry, cranberry), 30 g dried figs, 30 g candied orange, 50 gr citrus fruits honey (for me Amodeo Carlo), 150 g water.
  • To complete: 50 g hazelnuts grain.

Method:

  1. First of all prepare the red fruits compote: roughly grind the red fruits and pour them into a pan. Finely chop dried figs together with candied orange and pour them into the pan. Dissolve honey in water, pour it into the pan, stir and bring to the fire. Reach the boil, lower the flame and cook for 20-30 minutes.
  2. Meanwhile prepare the vegan shortcrust pastry: mix in a bowl oil and water.
  3. In another bowl pour flours, baking powder, sugar and orange (or lemon) rind. Mix all with a whisk.
  4. Pour this mixture gradually into the first bowl mixing with a whisk. Move on the table and complete your dough kneading with your hands.
  5. Form a ball, wrap it in plastic, and let rest for 20 minutes at room temperature.
  6. Blend just a little the red fruits compote  with the immersion blender to homogenize it a little, however without making it completely smooth.
  7. Turn on the oven at 180 ° C.
  8. Grease and flour a 22 cm tart mold, roll out the pastry into a thin disc on the floured table and use it to cover the mold. Knead again the trimmings and use them to cut some decorative biscuits (we made some mushrooms and some small balls).
  9. Prick the bottom of the tart with a fork, cover it with a thick layer of red fruits compote and complete with hazelnuts.
  10. Decorate with the biscuits and bake in the middle of the oven for 35 minutes. Cool and serve.

My Advice:

  • With this dosage you’ll get some extra compote: you can keep it in a jar for the next few days. To preserve it better, follow this few steps: pour the compote (still hot) into a sterilized jar, close with the capsule, overturn it and let cool. Put the jar into a pot, cover it completely with water and put on fire: reach the boil and cook for 25 minutes. Turn off and let cool in the same water.

20 comments

Silvia 6 Novembre 2017 - 13:16

Buona avventura nella nuova casa e con un’esperienza del tutto nuova mi sembra di capire! Ma dove c’è amore c’è sempre casa e voi siete una bellissima famiglia, quindi la scelta sarà giusta per forza! È davvero bella questa crostata e mi piace molto che tu sia una mamma attenta a ciò che mangia la tua piccola!!

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:19

grazie di cuore Silvia cara! sì, è una esperienza davvero diversa e nuova e speriamo possa darci tanti spunti nuovi di rifelssione e crescita. Un abbraccio

Reply
Selene 6 Novembre 2017 - 14:37

Ma che meraviglia !! quindi è ttuto vero !! complimenti per il coraggio ^-^ non è da tutti e sono certa che con la piccola vi divertirete un mondo nella nuova cucina!!! in bocca al lupo
un bacione alla piccola Ludo

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:20

non vedo l’ora di provare a cucinare qualcosa insieme a lei! Grazie mille per le tue parole Selene! un abbraccio

Reply
simona milani 6 Novembre 2017 - 15:19

una crostata calda e coccolosa, che sa di casa e di cose buone…casa è dove c’è amore, quindi sii felice della nuova scelta fatta, presto ti abituerai e ti troverai benissimo! Un bacione grande grande e in bocca al lupo per tutto

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:21

cara Simona! grazie! speriamo davvero di riuscire a trovare la nostra giusta misura qui… un bacione

Reply
Mary Vischetti 6 Novembre 2017 - 16:02

Tanti tanti auguri per questa meravigliosa avventura, che di sicuro vi regalerà moltissimo! Un bacino alla dolce Ludovica e a voi Elena e grazie per aver condiviso questa stupenda crostata!
Vi abbraccio forte,
Mary

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:22

grazie carissima Mary, speriamo davvero!! ricambio l’abbraccio e Ludovica ti manda un bacino! <3

Reply
marina riccitelli 6 Novembre 2017 - 22:00

Elena vi auguro il meglio, arriverà presto vedrai, in premio al vostro coraggio. Ludovica è bellissima e la crostata splendida. Buon inizio e buona continuazione. A presto

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:23

grazie Marina! sei carinissima davvero!!lo spero davvero! un abbraccio grande

Reply
Melania 7 Novembre 2017 - 07:18

Te l’ho già scritto: sono certa andrà tutto bene. Rischiare, osare, percorrere strade nuove anche se le gambe sono ancora tremanti non può che essere l’inizio di qualcosa di meraviglioso. Specie perché lo state costruendo tutti insieme.
Credo che la sua felicità come hai scritto tu sia in quel sorriso spensierato, in quelle dita furtive inzuppate di marmellata.

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:24

<3 grazie dolce e cara Melania! lo spero davvero! un abbraccio forte forte

Reply
tamara 7 Novembre 2017 - 07:53

Ele sono sicura che quella domanda sarà la spinta a dare sempre il meglio, e poi il sorriso della piccola Ludo è contagioso e sarà il sole delle giornate grigie. La crostata è il dolce perfetto per presentarsi ad un nuovo inizio, ti stringo :*

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:25

<3 grazie di cuore Tamara! anche per te è un momento di cambiamento forte e spero che anche per te ci sia un sorriso da seguire ogni mattina come sole e bussola delle tue giornate! un abbraccio

Reply
tizi 7 Novembre 2017 - 11:50

ottima questa crostata, leggera e piena di profumi! ne ruberei volentieri una fettina come ha fatto la ludi 😉
un abbraccio e ancora in bocca al lupo per la vostra nuova vita!
a presto cara!

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:25

🙂 e io te la darei più che volentieri Tizi cara! un abbraccio fortissimo!!!

Reply
Laura De Vincentis 8 Novembre 2017 - 17:08

Una crostata che racconta una bellissima storia d’amore! In bocca al lupo per questa nuova esperienza che vi state accingendo a vivere. Un bacione

Reply
Elena Levati 10 Novembre 2017 - 11:26

grazie di cuore Laura!!! un bacio a voi!

Reply
Emanuela Lupi 23 Novembre 2017 - 14:31

miiiiiiiiii…
arrivo lenta, in ritardo come il Bianconiglio di Alice su questa meraviglia di crostata..perché mentre ero qui nella tua casetta, non ho resistito e sono andata drittissima ad aprire questa finestrella, perché sapevo avrei trovato un capolavoro di panorama. ed infatti eccolo lì…bello, croccantino come piace a me, profumato e non troppo dolce.. io credo di rifarla usano una mia marmella di more e mele selvatiche… mi ispira con questo impasto particolare…
Non so bene dove ti trovi (ammetto la latitanza e il non seguire tutte tutte di voi) , ma ho capito che hai fatto una scelta importante ed impegnativa e ti ammiro tanto per questo..
grazie mille e continua a condividere anche da la tante belle prelibatizze!
Manu

Reply
Elena Levati 23 Novembre 2017 - 22:30

Ciao manu, bello vederti qui! Grazie mille per le tue parole, mi danno felicità!! Spero davvero ti piaccia e sono certa che con quella marmellata sarà deliziosa! Siamo a Barcellona..abbiamo deciso di trasferirci per seguire mio marito per lavoro.. scelta non facile, ma felice ? a presto!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: