Dopo tre giorni di malattia passati tra il letto e il letto, oggi, passata la febbre, mi sono ricordata di avere un frigorifero a cui badare e mi son decisa a fare un giretto in cucina…

thò guarda: ben 9 albumi stanziavano in bella vista da giusto giusto 3 giorni (rimanenze di tre crostate ovviamente!). Saranno la nostra cena! Si ma come? Ora, con tutto il bene che posso volere agli albumi, nè io nè Alessandro ce li beviamo a colazione e, detto fra noi, non è che siano proprio una delizia…

Cosa ci faccio? Cosa ci metto? Ah sì! Mi ricordo di 4 patate che sicuramente sono ancora lì dove le avevo lasciate ormai troppo tempo fa. Troppo? No dai, sono ancora più che mangiabili. Va bene dunque: albumi e patate. Mmmm e basta? Sulla lavagnetta dei memo ho scritto: cipolle. Significa che ancora una almeno ce l’ho.

E infatti eccola pronta al caso mio.

Tortilla? Un po’ light diciamo… forse un po’ troppo… mi sta bene mangiare leggero ma non esageriamo suvvia!!!

Ho ancora un pezzetto di fontina. Preso! Allora incominciamo… sì, ma non sono contenta, ci vorrei un po’ di profumo: fiori di rosmarino ( e grazie alla mamma che me lo ha piantato a settembre!) Ok, ora ci siamo.

TORTILLA SUPER LIGHT AI FIORI DI ROSMARINO


Ingredienti:

4 grosse patate rosse, 1 cipolla bionda, un pezzetto di fontina (40 gr ad occhio e croce), 9 albumi, tre cucchiai di pan grattato, una cimetta di rosmarino in fiore, sale, pepe, noce moscata, una generosa grattugiata di pecorino, olio evo.

Preparazione:

Lavate le patate e cuocetele a vapore con la buccia per 15 minuti circa in modo che siano al dente, quindi tagliatele a fette spesse.

Affettate la cipolla e fatela soffriggere a fuoco lento in un paio di cucchiai di olio. Salate e fatela ammorbidire mescolando spesso per 5 minuti.

Unite la patate e fate insaporire il tutto per 5 minuti circa.

Sbattete gli albumi, salate, pepate e profumate con un po’ di noce moscata. Aggiungete il pecorino, i fiori di rosmarino, la fontina a tocchetti e il pangrattato.

Aggiungete infine le patate, amalgamate e versate il tutto in una padella antiaderente di 24cm a bordi alti in cui avrete già fatto scaldare un paio di cucchiai di olio.

Fate cuocere e dorare bene da un lato per circa 10 minuti poi rigirate la frittata e terminate la cottura per altri 5 minuti.

Servite ben calda. Noi ce la siamo gustata con asparagi scottati e semplicemente conditi con olio e grana.

1 comment

accantoalcamino 9 Aprile 2011 - 03:20

Ciao Elena, anche il mio rosmarino è pieno di fiorellini mi hai dato un’idea per utilizzarli..no, non “copio” 😉 Buon fine settimana e riposati che sei convalescente 🙂

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: