menù di Natale 2018

by Elena Levati

Eccomi arrivare, come promesso lo scorso anno, con il mio consueto post tutto dedicato al pranzo di Natale: un post per gli eterni indecisi, per i ritardatari, per chi ama la tradizione ma vorrebbe portare in tavola anche qualche piatto nuovo e , infine, anche solo per i curiosi!

Vi avevo detto che avrei ripreso la buona abitudine di proporvi una idea di menù per il 25 dicembre e, dunque, eccomi con una serie di ricette selezionate con cura dal mio archivio per darvi una rosa di possibilità tra cui sceglierne qualcuna che sia perfetta per voi, per comporre il vostro menù di natale 2018.

E se non trovate nulla che fa per voi, spero di sapervi conquistare con le prossime ricette che ho in mente 😉

Intanto, se volete, andate a sbirciare anche ciò che vi avevo proposto nel 2017, nel 2014e nel 2013.

Per l’aperitivo in piedi, vi propongo l’Albero di Natale di Sfoglia ripieno di patè di olive nere, speck, scamorza e pecorino e i Bastoncini allo Sbrinz.

Il tutto accompagnato da un fresco bicchiere di Sangria Invernale: clementine, mele, arance e pere, cointreau, succo di mela, prosecco e tante spezie fanno subito festa!

Ora ci spostiamo a tavola, ci sediamo e iniziamo a passarci i vari vassoi con gli antipasti.

Accanto agli immancabili classici di Natale che, a casa mia, sono l’insalata russa (nella versione tradizionale o nella versione al bicchiere), i canapè al salmone affumicato e una insalata speciale come fresca (come l’insalata affumicata), vi propongo degli stuzzichini molto appetitosi ma che al contempo non rubano troppo tempo ed energie: mini pies di zucca e scamorza affumicata, un insolito sandwich di panettone con speck, ricotta di bufala e scalogni caramellati perfetto per stupire e sorprendere con eleganza e gusto, delle saporitissime mini brioches salate con pecorino al tartufo e miele e, infine, dei muffin al tomino e nocciole che al posto del classico pirottino di carta, sono avvolti in “un pirottino mangereccio” di pasta sfoglia.

Dopo gli antipasti freddi, a noi piace sempre terminare la portata con un antipasto caldo, al piatto.

Vi propongo di sceglierne uno tra degli sformatini meravigliosamente leggeri di merluzzo e porri con pesto di gambi di coste alle nocciole, una delicata e buonissima crema di zucca con caprino e pistacchi, una tazzina vegetariana a sorpresa e un saporito tomino alle nocciole in crosta di pasta phyllo.

Sul primo piatto di Natale ci sono sempre correnti di pensiero differenti: c’è chi il primo lo vuole al forno, chi “non è Natale se non ci sono i ravioli”, chi lo vuole di mare e chi di terra, chi è positivamente rivolto verso le novità e chi le tradizioni non le abbandonerebbe mai.

Pensando ai nostri Natali in famiglia, alle nostre radici immerse nella tradizione che tuttavia si sviluppano nel desiderio di cambiare e, ora, anche alla nostra nuova vita spagnola, mi sento di proporvi queste alternative tra cui scegliere: la pasta fresca fatta in casa è sempre un piacere immenso e può assumere la forma di questi ravioli di Natale ai carciofi oppure di questo rotolo al nero di seppia ripieno di cardi e ricotta e servito con una salsa a base di porri e mandorle. Per chi vuole  vestire la tavola di eleganza e delicatezza, facendosi trasportare dalla voglia di novità, uno sformato specialissimo di bucatini ripieno di gorgonzola, servito su un letto di crema di polenta e latte e cialde croccanti. Infine quest’anno non può mancare il più classico piatto della cucina spagnola: la paella mista, di carne e pesce.

Per il secondo da noi di dubbi non ce ne sono mai: la tavola è tutta dedicata al cappone ripieno di mele e prugne. Come contorno, invece, vi propongo delle patate schiacciate croccanti, da servire rigorosamente con la buccia, delle patate sabbiose, oppure gli scalogni glassati al miele.

Come ogni anno, anche questo Natale voglio proporvi anche qualche idea “dal forno” per comporre in casa il cesto del pane: il formato è quello dei bocconcini ed entrambi sono senza impasto e con lievito di birra in modo da poter essere replicabili da tutti. Panini alle noci pecan e miele e panini neri con fichi secchi, uvetta e noci.

Avete trovato qualcosa che fa per voi? Io lo spero! 🙂

In ogni caso ci risentiamo presto con nuove ricette per Natale e per le feste!

10 comments

sabrina pignataro 12 Dicembre 2018 - 17:07

Wow che post interessantissimo, pieno zeppo di buone ricette!!!
A me piacciono tutte, quale scegliere??

Reply
Elena Levati 13 Dicembre 2018 - 07:33

Grazie mille Sabry!!! <3

Reply
tizi 13 Dicembre 2018 - 11:23

qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta… le tue proposte sono tutte deliziose e presentate in modo originale ed elegante! complimenti cara 🙂

Reply
Elena Levati 15 Dicembre 2018 - 18:35

grazia te Tizi!!! un bacio grandissimo

Reply
milesweetdiary 14 Dicembre 2018 - 07:29

C’è solo l’inbarazzo della scelta 😉

Reply
Elena Levati 15 Dicembre 2018 - 18:35

giusto un pochino 🙂

Reply
Antro Alchimista 14 Dicembre 2018 - 11:26

Ma qui c’è solo l’imbarazzo della scelta! Quante delizie e mi sa che qualcosina ti rubo… i biscotti con lo sbrinz, i musffins avvolti nei pirottini di pasta sfoglia…. le patate schiacciate croccanti… il tomino alle nocciole! Ho gli occhi a cuoricino. Un bacio

Reply
Elena Levati 15 Dicembre 2018 - 18:34

🙂 ne sono solo felice!!!

Reply
pensieriepasticci 15 Dicembre 2018 - 06:39

…mamma mia è ora di colazione ma sto già sbavando sulla tastiera a vedere tutto questo ben di Dio di ricette meravigliose…
Complimenti come sempre mia cara, sono una ricetta più strepitosa dell’altra!
Bacio

Reply
Elena Levati 15 Dicembre 2018 - 18:34

<3 grazie a te carissima Simo!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: