Rotolo di pesce spada e mostarda di mele gava

by Elena Levati

Visto che in casa ConUnPocoDiZucchero siamo in tema di mele, dopo avervi presentato nella scorsa ricetta la Runsè in versione dolce, vi faccio fare oggi conoscenza con un’altra varietà di mele molto antica: le Gava.

Deliziose alla vista, le Gava sono piccole meline dalla buccia rosso scuro puntinata di bianco. La polpa è bianchissima al taglio, ma attenzione perchè si ossida all’istante! E’ croccante e mediamente succosa, dolce e delicatissima.

Sono solo due anni che abbiamo l’alberello in giardino e ancora stiamo imparando a conoscere questi frutti, cercando di capire quale sia la loro “miglior fine” 🙂

Essendo solo all’inizio di queste sperimentazioni di gusto, non posso dire se quella che vi propongo oggi  sia la loro “fine migliore” in assoluto, ma di certo è una fine degna di nota 😉

Ed eccole qui, in tutto il loro piccolo e immenso splendore, in una mostarda profumatissima al ginepro: ideale per accompagnare arrosti, pietanze a base di pesce o anche solo un bel tagliere di formaggi! La ricetta per preparare la mostarda non è per nulla complessa, richiede solo un po’ di pazienza.

ROTOLO DI PESCE SPADA CON MOSTARDA DI MELE GAVA AL GINEPRO


Difficoltà: media Tempo: 3 giorni (per la mostarda) Dosi: 4 vasetti di mostarda e 1 rotolo per 4 persone


Ingredienti:

  • per la mostarda di mele:1 kg di meline gava, 6 cucchiaini di polvere di senape, 500 zucchero di canna, 20-24 bacche di ginepro.
  • per il rotolo di pesce: 400 gr filetto di pesce spada, 200 gr coste lessate (o spinaci), 1 uovo grande, 1 cucchiaio di olio evo, 1 cucchiaio di pangrattato, sale, pepe e peperoncino.

Preparazione:

  1. Per la mostarda: lavate le meline e tagliatele a metà mantenendo il torsolo. Mettetele in una bacinella, aggiungete lo zucchero e 200 gr di acqua e fate riposare per 1 giorno intero.
  2. Dopo 24 ore, scolate le meline dal loro succo, versatelo in una padella e fatelo ridurre per 40-50 minuti a fiamma bassa, quindi versatelo ancora caldo sulle meline. Coprite ancora la ciotola e fate riposare per altre 24 ore.
  3. Ripetete una seconda volta questo passaggio e fate riposare altre 24 ore.
  4. Versate tutto il contenuto della ciotola in una pentola, aggiungete la senape e il ginepro, fate scaldare per 2 minuti, mescolate delicatamente e  versate la mostarda in 4 vasetti da 250 gr puliti ed asciutti.
  5. Chiudete con i coperchi e sterilizzate i vasi facendoli bollire per 25 minuti in una pentola completamente immersi in acqua. Fateli raffreddare nell’acqua stessa, scolateli e conservate per almeno 15 giorni prima di gustare.
  6. Per il rotolo di pesce spada: accendete il forno a 190 °C. Tritate a coltello molto finemente il pesce spada e le coste. Mescolateli in una terrina insieme a tutti gli altri ingredienti.
  7. Stendete un foglio di carta forno su una leccarda da forno, adagiatevi il composto e date la forma di un rotolo. Chiudetelo con spago da cucina e infornate per 30 minuti.
  8. Servite il rotolo a temperatura ambiente condito con olio evo e pepe macinato fresco insieme alla mostarda di meline.

SWORDFISH LOAF WITH JUNIPER APPLE MUSTARD 


Level: easy Time: 3 days (for mustard) Serving: 4 jars and 1 loaf for 4 people


Ingredients:

  • Apple Mustard: 1 kg of Gava little apples, 6 teaspoons of mustard powder, 500 gr brown sugar, 20-24juniper berries.
  • Fish Roll: 400 g swordfish fillet, 200g boiled spinach, 1 large egg, 1 tablespoon of extra virgin olive oil, 1 tablespoon of bread crumbs, salt, pepper and chili.

Method:

  1. Apple Mustard: wash Gava apples and cut in half keeping the core. Put them in a bowl, add sugar, 200 gr of water and let stand for 1 day.
  2. After 24 hours, drain the apples and pour the juice in a pan and cook it for 40-50 minutes on low heat.  Pour the juice, still hot, on the apples, cover the bowl again and let stand for 24 hours.
  3. Repeat this step a second time and let stand 24 hours more.
  4. Pour all (apples and juice) in a pan, add the mustard and juniper, heat for 2 minutes, stir gently and pour the apples mustard in 4 jars of 250 gr cleaned and dry.
  5. Close with lids, sterilized jars by boiling for 25 minutes. Let cool jars in the water, drain them and wait 15 days before eating.
  6. Swordfish roll: Preheat oven to 190 °C. Finely chop with a knife the swordfish fillet and the spinach. Mix them in a bowl with all other ingredients.
  7. Lay a sheet of parchment paper on a baking tray , put on it the fish mixture and give the shape of a roll. Close it with kitchen string and bake for 30 minutes.
  8. Serve at room temperature seasoning with oil and fresh ground pepper along with a spoon of apples mustard.

56 comments

cucinaincontroluce 12 Novembre 2014 - 14:18

Stai a vedere che con una mostarda così degna di nota tu riesci a farmi piacere anche il pescespada? Pensa che non ho mai amato il sapore agrodolce, ma con le mostarde ci vado d’incanto, le adoro e me le mangerei a cucchiate direttamente dal vasetto… 🙂
Un bacio mia cara sperimentatrice (di successo mi sa…)!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 10:49

di successo tra i poveri eh! 😀
Grazie amica cara, ti abbraccio e ti auguro una buona dolce domenica

Reply
Marghe 12 Novembre 2014 - 14:29

Prima di tutto sappi che ti invidio bonariamente tantissimo quel giardino 🙂 adoravo quello dei miei nonni e mi manca poter cogliere la frutta direttamente dai rami, staccare dalla terra le primizie più sane e gustose. Se poi aggiungi alla materia prima divina la tua originalità e la grazia che metti in ogni piatto che esce dalla tua cucina… solo successi assicurati. Mi ispiri, mi fai sorridere, ti sento <3

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 10:50

è del papà però eh, va detto. io “lo sfrutto” meglio che posso! 😉 ci osno così legata che sono andata ad abitare a 400 mt di distanza 😀
sei un tesoro mia dolce Marghe

Reply
Claudia 12 Novembre 2014 - 15:54

Naaaa che particolare il rotolo.. io adoro il pesce spada.. quindi mi piacerebbe senz’altro.. e pure la mostardina.. smackkkkkkk

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 10:51

🙂

Reply
Sara e Laura Pancetta Bistrot 12 Novembre 2014 - 16:54

Ma che carine le tue meline…non conoscevamo nemmeno loro, in fatto di mele mi sa che siamo due ignorantelle :)Che piatto sfizioso e originale, sicuramente un’ottima fine per queste mele particolarissime! Bravissima!
Un bacione

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 10:51

😀 ahahah bisogna andare a scovarle! un bacio grande

Reply
acasadisimi 12 Novembre 2014 - 17:01

sto leggendo la tua ricetta con in braccio mio figlio di 6 anni…..mi ha detto”mamma che foto bellissime!!!!!” conquisti tutti Elena!!!! un bacio da me e il mio piccolo Alex

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 10:52

grazie Simi, mi fai diventare tutta rossa! 🙂

Reply
zia consu 12 Novembre 2014 - 17:45

Che piatto delizioso..adoro questi abbinamenti..quando mi inviti??

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:05

😀

Reply
Giulietta | Alterkitchen 12 Novembre 2014 - 18:40

Sono anni che mi riprometto di provare a preparare la mostarda di frutta in casa, e tutte le volte che ne vedo una meravigliosa come la tua sono qui a darmi uno schiaffo in fronte dicendo “ecco cosa volevo fare”! Uscirò mai da questo circolo vizioso?

E quel rotolo di pesce e verdure? Mi sembra semplicemente delizioso!!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:06

ahahah senza schiaffeggiarti da buona piemontese tu queste meline potresti trovarle e rifare la mostarda! 🙂 un abbraccio

Reply
SABRINA RABBIA 12 Novembre 2014 - 20:31

davvero sensazionale!!!!Bravissima!!!Baci Sabry

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:06

grazie!!!!

Reply
Morena 12 Novembre 2014 - 21:00

Elena questo piatto è talmente creativo…rotolo di pesce spada con le coste e la mostarda con quelle meline incantevoli! Tutto molto chic 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:06

grazie 🙂

Reply
kivrin82 13 Novembre 2014 - 07:01

Mai assaggiate queste mele, ma la tua ricetta mi intriga un bel po’ ^^

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:07

😀

Reply
Miu Mia 13 Novembre 2014 - 08:07

No, non consocevo queste meline! Ce ne stai insegnando di ogni in questi giorni! Ma grazie, bimba! 🙂
Io un giorno o l’altro mi autoinviterò! 🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:11

🙂 la passione per le mele si vede dici?!?!?!? ps: quando vuoi cara!

Reply
Imma 13 Novembre 2014 - 08:34

Tesoro credo che miglior fine di queste le tue meline non potevano avere…che idea intrigante e gustosa del resto amo la tua cucina e le tue proposte!!Bacioniiiii,Imma

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:12

🙂 grazie imma cara

Reply
Lilli nel paese delle stoviglie 13 Novembre 2014 - 09:12

di queste mele mai sentito parlare quindi ben vengano questi post dedicati, imparo qualcosa di nuovo, il rotolo di spada già mi piace comunque ma con questa mostarda mi piacerebbe un sacco assaggiarlo, provo a immaginarne il sapore senza riuscirvi, non mi resta che replicare, bella ricetta originale, brava!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:12

sono speciali queste meline! chi cerca trova… 😉

Reply
Francesca P. 13 Novembre 2014 - 09:30

Elena, ma quante ne sai? Quante ne inventi? Quante ne crei? Sei un vulcano tu! Un pesce spada preparato così è un’autentica novità credo per tutte noi! E le meline che sembrano pesche sciroppate, ne vogliamo parlare?! Verrei subito ad aiutarti a raccoglierle dall’albero, ci divertiremmo!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:13

😀 grazie Francesca!!! e’ vero, sembrano pesche! 🙂 uh sì, ci divertiremmo tantissimo!!!!!

Reply
Fabio D'Amore 13 Novembre 2014 - 10:00

Bellissime queste mele! Mi sa proprio che ne hai fatto un ottimo uso.
Ottima ricetta.

Fabio

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:16

grazie Fabio!

Reply
giovanna 13 Novembre 2014 - 14:01

ciao,adoro la mostarda e mi piacerebbe copiare la tua ricetta,ma che tipologia di mele posso usare in alternativa?considera che qui trovo solo le mele più comuni.

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 13 Novembre 2014 - 16:45

Ciao Giovanna!
Allora, puoi farla alla mantovana conle mele cotogne però in quel caso io ti consiglio di far cuocere per una decina di munuti prima di invasare. ( io con le meline non l’ho fatto perchè se no si disfano). E le taglierei a fette. Che ne dici?

Reply
Simona Mirto - TavolArteGusto.it 13 Novembre 2014 - 14:57

Il pesce spada lo cucino poco perchè le carni mi restano sempre poco succose, però almeno per noi adulti, questa soluzione farcita potrebbe essere la svolta… solo che queste mele mi sa che non le troverò… è la prima volta che le leggo… sempre un tocco speciale qui:* ti stringo amica mia:**

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:16

è vero, ma cotto così in realtà rimane morbidissimo perchè avvolto in carta forno riassorbe tutti i liquidi. Provalo è perfetto anche per Gin! 😉

Reply
newwhitebear 13 Novembre 2014 - 16:26

Visto l’orario mi prendi per la gola. Altre mele, altra ricetta. Ma hai un frutteto in giardino?
Devo andare a recuperare le abbondanze rosse piccole piccole dal contadino per l’arrosto natalizio.

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 13 Novembre 2014 - 16:46

ahahah no è che siamo patiti di mele! 🙂
Che poi a dir la verità è a casa dei miei, perchè io qui in questo buco in cui abito non posso mettere neanche un vaso di rosmarino! 😀

Reply
newwhitebear 13 Novembre 2014 - 16:52

E va bene. E’ sempre casa tua!
Sì, siamo patiti delle mele. Più sono vecchie, meglio sono. Quelle nuove mi sambrano plastica. Non hanno nemmeno il gusto della mela. 😀

Reply
Silvia Brisi 13 Novembre 2014 - 20:06

Assolutamente da provare!! Bravissima!!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:17

grazie Silvia!

Reply
Azzurra Mantellassi 13 Novembre 2014 - 21:35

Sei uno spettacolo Elinina mia!!!ricetta da favola!!!

Inviato da iPhone

>

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:17

🙂

Reply
Sonia 14 Novembre 2014 - 14:59

un piatto molto raffinato ed elegante! davvero squisito! un bacio

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:18

grazie carissima!

Reply
SABRINA RABBIA 14 Novembre 2014 - 15:23

preparazione molto interessante, brava come sempre!!!Non conoscevo questa qualita’ di mele, grazie!!!!Baci Sabry

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:18

prego! 🙂

Reply
Tatiana Di Grazia 14 Novembre 2014 - 18:20

Non sei una food blogger, sei una fatina !!!! Non ci puoi fare nulla, è la tua natura!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 11:19

🙂 tesoro!! ma la bacchetta magica funziona un po’ a singhiozzi eh… 😉 un bacio e buona domenica tesoro

Reply
Giovanna 15 Novembre 2014 - 15:32

Non so da dove partire, amo il pesce spada, adoro le mele, mi alletta questa varietà che non conoscevo. Eppoi? Il rotolo è delizioso e la mostarda pure e adoro la foto delle meline. Un bacio

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 10:55

E io parto da qui: grazie Giovanna carissima!!!!

Reply
Silvia 15 Novembre 2014 - 17:36

Come rendere elegante la mostarda.. Ma come fai??? :*

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 16 Novembre 2014 - 10:54

🙂

Reply
lapetitecasserole 17 Novembre 2014 - 02:14

Ammetto che il pesce spada non é il mio pesce preferito, ecco ma davanti a cotanta “bellezza” e soprattutto saggezza non posso che dire wow! Bravissima Elena, la mostarda di mele é veramente sensazionale!

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 19 Novembre 2014 - 15:38

grazie, grazie davvero

Reply
Patrizia 17 Novembre 2014 - 05:53

é una favola questo piatto. Le meline poi…non ho parole per la bellezza e la bontà che mi trasmettono. Vorrei averne un grande cesto per provare questa mostarda…di certo qui non mancano le mele ma le meline cosi’ piccole come posso rimediare?
🙂

Reply
ConUnPocoDiZucchero Elena 19 Novembre 2014 - 15:36

grazie Patrizia, le meline sono difficili da trovare lo so purtroppo… te ne darei qualcuna io perchè so che ti piacerebbero tantissimo… puoi rimediare con le cotogne, ma le meline sono le meline! 🙂

Reply
Patrizia 19 Novembre 2014 - 20:08

ecco lo so , perché le trovavo in un negozio bio vicino che da quando ha chiuso e non c&pizco il perché mi manca tantissimo…con le mele cotogne la mostarda l’avevo già provato, certamente é buona, anzi buonissima , ma le meline restano sempre le meline ahime!!!

Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Penso che per te sia OK! Se vuoi sapere come trattio i tuoi dati e la mia politica sui cookies vai al tasto "leggi di più..." Accetto Leggi di più...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: